Lunedì 15 Agosto 2022 | 15:20

In Puglia e Basilicata

Molfetta, maxi alveare nel  cimitero regala 15kg di miele

Molfetta, maxi alveare nel  cimitero regala 15kg di miele
Si tratta del quarto «trasferimento» di api in poco più di un mese. In precedenza favi superaffollati sono stati rimossi dall’ospedale «don Tonino Bello», dalla zona 167, in via Salvo d’Acquisto, e dallo stabile che ospita la Bnl, in via Campanella. Nei prossimi giorni altri due favi saranno rimossi sempre dall’interno del cimitero

04 Giugno 2009

MOLFETTA - Centoventimila api, o giù di lì., sono state sfrattate e trasferite. Avevano messo casa in un ossario del cimitero. Tra loculi e fiori di plastica, lampade votive e foto dei defunti le api si erano sistemate in un favo realizzato in un ossario profondo circa ottanta centimetri. Per spostarle è stato necessario l’in - tervento delle guardie volontarie del Wwf e di un apicoltore, Piero Zotti, che di professione fa il chirurgo presso l’ospedale «Fallacara» di Triggiano, ma che ha una vera passione per le api. 

Nel favo le rumorose inquiline, la cui presenza era stata segnalata dai parenti dei defunti, avevano già prodotto quindici chili di pregiatissimo miele di acacia. 
api e miele
Si tratta del quarto «trasferimento» di api in poco più di un mese. In precedenza favi superaffollati (quello nell’ossario è sicuramente il più popoloso) sono stati rimossi dall’ospedale «don Tonino Bello», dalla zona 167, in via Salvo d’Acquisto, e dallo stabile che ospita la Bnl, in via Campanella. Nei prossimi giorni altri due favi saranno rimossi sempre dall’interno del cimitero. 

«La presenza così numerosa delle api a Molfetta, ma in generale nelle città - afferma Pasquale Salvemini, responsabile della sezione Wwf di Molfetta - è dovuta sicuramente al clima ma soprattutto al fatto che le campagne sono troppo inquinate. Nelle nostre colture vengono utilizzati troppi fitofarmaci e di conseguenza le api preferiscono un habitat più idoneo. In città, tra corpi di fabbrica o negli ossari non ci sono fitofarmaci». [l.d’a.]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725