Mercoledì 17 Agosto 2022 | 11:56

In Puglia e Basilicata

Incidente mortale i soccorsi dopo ore

Incidente mortale i soccorsi dopo ore
di ANTONIO TUFARIELLO 
FOGGIA - E' di un morto e un ferito il bilancio di in un incidente stradale accaduto poco prima delle 6 sulla provinciale 95 che collega Cerignola a Candela, nel Foggiano. La vittima è Francesco Casarella, di 26 anni. Ferita Maria Immacolata Di Gioia, di 24 anni, in coma profondo nell'ospedale di Cerignola. La loro vettura è uscita di strada su un rettilineo andando a sbattere contro alcuni alberi. E forse proprio il fatto che l'auto non fosse in vista di eventuali altri automobilisti di passaggio, ha fatalmente ritardato i soccorsi. Quando è scattato l'allarme era ormai l'alba

31 Maggio 2009

STORNARA (CERIGNOLA) - Una vera e propria tragedia, che ha gettato nello sconcerto e nel dolore due famiglie e colpito emotivamente l’intera comunità di Stornara. Sono infatti del piccolo comune agricolo della Piana, Francesco Casarella, 26 anni e la sua ragazza Maria Immacolata Di Gioia, di 24 anni, i due giovani coinvolti sabato notte in un tragico incidente stradale che è costato la vita al giovane, mentre la ragazza è in coma profondo, ricoverata presso la Rianimazione dell’ospedale di Cerignola. E pare che sia già intervenuta la morte cerebrale, quadro clinico che non lascia speranze. 

L’incidente è avvenuto nella notte al chilometro 2+700 della provinciale 95 che collega Cerignola a Candela e che, più avanti, conduce al bivio per Stornara. Per cause in corso di accertamento, l’auto su cui viaggiavano i due giovani, che verosimilmente stavano tornando a Stornara, a bordo di una nuovissima Opel Corsa, è uscita di strada sulla propria destra e dopo aver impattato alcuni alberi di ulivo ha terminato la sua corsa ad una ventina di metri di distanza dalla sede stradale. 

E forse proprio il fatto di essere finita fuori, dopo essere uscita di strada, anche dalla vista di eventuali altri automobilisti di passaggio (peraltro assai rari di notte su quella arteria) ha fatalmente ritardato i soccorsi. Quando infatti è scattato l’allarme era ormai l’alba. Un automobilista di passaggio ha notato l’auto ed ha avvisato il 113 che sua volta ha segnalato la cosa la polizia stradale del distaccamento di Cerignola ed il 118. 

I soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare la morte del giovane carpentiere, probabilmente deceduto sul colpo, ma hanno provveduto a trasferire la sua ragazza all’ospedale «Tatarella», dove è stata subito ricoverata in rianimazione. E’ in condizioni disperate, al punto che ieri mattina in ospedale circolava l’ipotesi di una eventuale donazione di organi, previo consenso della famiglia, non appena la scienza avesse dovuto arrendersi. 

È quasi certo che il rinvenimento dell’auto finita fuori strada sia avvenuto a distanza di qualche ora dal sinistro. Quando infatti i vigili del fuoco sono intervenuti per estrarre i corpi del due giovani dalla lamiere contorte, il motore dell’automobile era ormai freddo. Il che aggiunge dolore al dolore, considerato che la ragazza, pur prevedibilmente non cosciente e politraumatizzata, sia rimasta per alcune ore, ancora viva, intrappolata nell’abitacolo della vettura. 

Fuori dall’obitorio e dalla Rianimazione, ieri mattina, le lacrime ed il dolore della gran parte dei giovani stornaresi che, assieme a parenti ed amici dei due ragazzi, hanno vissuto pesantemente questa tragedia e testimoniato con la loro presenza l’affetto e l’amicizia che li legava agli sfortunati coetanei. I due ragazzi infatti erano conosciuti nel piccolo centro della provincia di Foggia.
ANTONIO TUFARIELLO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725