Venerdì 19 Agosto 2022 | 09:31

In Puglia e Basilicata

2.500 in piazza a Taranto contro la crisi

2.500 in piazza a Taranto contro la crisi
Circa 2.500 persone, secondo stime sindacali e delle forze dell’ordine, hanno partecipato a Taranto alla manifestazione con corteo organizzata dalle segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil. La mobilitazione di oggi vuole rimarcare le difficoltà di una realtà economica che vive una fase recessiva senza precedenti. Continuano a rincorrersi le richieste di cassa integrazione per i dipendenti delle ditte che operano con la grande industria
• Sono già 80 le aziende colpite dalla recessione
• «Le famiglie sono in affanno sta crescendo la povertà»

30 Maggio 2009

TARANTO - Circa 2.500 persone, secondo stime sindacali e delle forze dell’ordine, hanno partecipato a Taranto alla manifestazione (nonché al corteo) organizzata dalle segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil per protestare contro la crisi economica e a difesa del lavoro. 

Sono decine le aziende tarantine in difficoltà che stanno facendo ricorso alla cassa integrazione, a partire dall’Ilva e dalle ditte dell’indotto. 

A Taranto – hanno fatto presente gli organizzatori – cresce il numero dei licenziamenti, che colpiscono tutti i settori economici. 

Il corteo, partito dal piazzale antistante l’Arsenale militare, ha percorso le strade del centro cittadino fino a piazza della Vittoria, dove i sindacati hanno tenuto un comizio. 

• Sono già 80 le aziende colpite dalla recessione
• «Le famiglie sono in affanno sta crescendo la povertà»
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725