Domenica 14 Agosto 2022 | 12:12

In Puglia e Basilicata

Trovata la soluzione: La statua di Mister Volare guarderà a Nord Ovest

Trovata la soluzione: La statua di Mister Volare guarderà a Nord Ovest
POLIGANNO A MARE - Dopo quasi un anno di attesa, è arrivato il grande giorno per gli amanti dell’arte di Mister Volare. Domenica prossima, 30 maggio, alle 19, in largo Gelso, sarà inaugurata la statua dedicata a Domenico Modugno, il polignanese più famoso del mondo, l’uomo che con la sua canzone «Nel blu dipinto di blu» rivoluzionò la musica leggera italiana e portò il Belpaese sotto i riflettori di tutta la terra.

28 Maggio 2009

POLIGANNO A MARE - Dopo quasi un anno di attesa, è arrivato il grande giorno per gli amanti dell’arte di Mister Volare. Domenica prossima, 30 maggio, alle 19, in largo Gelso, sarà inaugurata la statua dedicata a Domenico Modugno, il polignanese più famoso del mondo, l’uomo che con la sua canzone «Nel blu dipinto di blu» rivoluzionò la musica leggera italiana e portò il Belpaese sotto i riflettori di tutta la terra.

Alla cerimonia interverrà la moglie del Mimmo nazionale, Franca Gandolfi, che ha accettato volentieri l’invito rivoltole dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Angelo Bovino. Inoltre, l’attore Carlo Giuffrè, amico personale ed estimatore di Modugno, leggerà alcuni testi del celebre cantautore e poeta pugliese. Un gruppo musicale interpreterà dal vivo il repertorio di Modugno. Sarà presente lo scultore argentino Hermann Mejer, autore dell’opera d’arte, donata dalla Banca Popolare di Bari. A fare gli onori di casa, il primo cittadino e gli amministratori comunali.

L’opera d’arte, un bronzo alto tre metri, nei mesi scorsi è stata al centro di una, chiamiamola così, difformità di vedute fra il sindaco Bovino e la giunta da una parte, e il direttore artistico della manifestazione, Gianni Torres, dall’altra. Il quale avrebbe voluto posizionarla con lo sguardo rivolto al mare, un elemento molto caro al poeta polignanese scomparso nel 1994 e spesso presente nelle sue canzoni. Mentre l’amministrazione cittadina insisteva per un’altra collocazione. Il progetto risale all’anno scorso, 50esimo anniversario della celebre canzone che vinse Sanremo nel 1958.

Chi ha vinto? Gli amministratori comunali. La statua «guarderà» verso ovest-nord ovest, in modo che chi arriva a Polignano da Nord scorga chiaramente il viso dell’artista, in maniera frontale e non di profilo. Per essere più precisi, il fianco destro del monumento sarà orientato verso il mare.

«È un modo di accogliere i turisti e i visitatori con il personaggio che più di tutti ha dato lustro alla città», spiega il sindaco Bovino. E aggiunge: «L’amministrazione ha in animo di trasformare largo Gelso in un luogo di attrazione e di accoglienza turistica d’eccellenza». Gli domandiamo: conosceva Domenico Modugno? «Certo che sì - è la risposta di Bovino -. L’ho incontrato due volte. La prima, in forma privata, durante una sua visita a Polignano. Era già malato, ma nonostante le condizioni di salute era una persona molto intelligente, propositiva, ricca di idee, insomma brillante». La seconda occasione? «L’indimenticabile concerto del 1992, in piazza».

[c.strag.]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725