Mercoledì 10 Agosto 2022 | 07:50

In Puglia e Basilicata

Taranto, al lavoro per pulire le spiagge

Taranto, al lavoro per pulire le spiagge
Occhi puntati sull'alga posidonia. Oggi infatti il consiglio provinciale di Taranto voterà un provvedimento che prevede interventi urgenti sia ad oriente che a occidente per rimuovere i fenomeni di spiaggiamento, decisamente meno gravi sulla litoranea salentina, rispetto ad altre spiagge pugliesi
• E' ad Ostuni il mare migliore per i bambini. Parola di pediatra

28 Maggio 2009

di PAMELA GIUFRÈ

TARANTO - L'estate arriva in anticipo, ma non prende in contropiede i Comuni della provincia ionica. Sia ad oriente che ad occidente - raccontano i sindaci - le spiagge sono state già quasi tutte ripulite per consentire a cittadini e turisti di vivere a pieno la stagione estiva sin d’ora. 

LA FASCIA ORIENTALE - Il sindaco di Leporano, Domenico Pavone, superattento al meteo, ha anticipato il calendario della pulizia: “Visto il clima, quest’anno abbiamo deciso di spostare dal primo giugno al 15 maggio l’intervento generale di bonifica. E adesso siamo già nella fase di mantenimento, che consiste nell’ordina - ria pulizia giornaliera di tutte le spiagge pubbliche. Il Parco archeologico a Saturo è già fruibile: lo sarà tutto l’anno. Lo stesso vale per il Castello Muscettola. Mentre gli stabilimenti privati ed il campeggio di Porto Pirrone daranno avvio all’estate dal primo giugno, anch’essi in anticipo. Bisogna approfittare di questo clima e sfruttare al meglio e al massimo le nostre belle risorse naturali”. Il principio è lo stesso anche per Dario Macripò, sindaco di Lizzano. “Abbiamo già effettuato i primi interventi di pulizi da Pasqua - dice - provvedendo alla manutenzione di tutti gli arenili per dare la possibilità di poter usufruire di spiagge pulite anche prima dell’avvio della stagione balneare”. 

L'impresa non è stata però facile: “Abbiamo rimosso tutti i rifiuti trasportati dalle mareggiate dell’inverno ovviamente nel pieno rispetto della natura. E dalla prossima settimana partirà il calendario degli interventi programmati, ovvero la pulizia degli arenili manuale (tutti i giorni) e meccanica (tre volte a settimana)”. E anche le ruspe del Comune di Manduria si sono messe in moto a Pasqua. Il sindaco Francesco Massaro precisa: “Abbiamo 18 chilometri di costa pubblica, che puntualmente ripuliamo. In questi giorni stiamo operando soprattutto nelle zone maggiormente frequentate dai bagnanti come San Pietro”. Occhi puntati sull'alga posidonia. Oggi infatti il consiglio provinciale di Taranto voterà un provvedimento che prevede interventi urgenti sia ad oriente che a occidente per rimuovere i fenomeni di spiaggiamento, decisamente meno gravi sulla litoranea salentina. Questi interventi “non impediranno ai bagnanti di frequentare le nostre spiagge. Ma - dice il sindaco d’accordo con l’associazione “Uniti per San Pietro” - serve anche e soprattutto la collaborazione generale per mantenere pulite le nostre spiagge”. 

LA FASCIA OCCIDENTALE - Appello valido anche per chi sceglie le spiagge di Castellaneta e Ginosa Marina, quasi tutte già pulite. Così dice Italo D’Alessandro, sindaco di Castellaneta: “In una settimana saranno totalmente rimosse le alghe dannose e quanto portato dallo spiaggiamento del 28 novembre”. Castellaneta marina ha ottenuto la bandiera blu per il 2009 emira a raggiungere il traguardo anche per il 2010. Ne sa qualcosa Ginosa, alla sua 11esima bandiera blu. “L'80 per cento del nostro litorale è già pulito - annuncia il sindaco Luigi Montanaro - grazie a quattro interventi straordinari già previsti e realizzati ad aprile e a maggio. Abbiamo raddoppiato la programmazione per l’afflusso dei turisti”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725