Lunedì 08 Agosto 2022 | 03:08

In Puglia e Basilicata

Furti al Nord, presi 13 foggiani I Cc: il loro capo è "Lupin"

Furti al Nord, presi 13 foggiani I Cc: il loro capo è "Lupin"
Vasta operazione dei carabinieri di Foggia impegnati nell’esecuzione di 13 provvedimenti cautelari nei confronti di una organizzazione specializzati in furti, attiva nel Nord Italia ma con base a Cerignola e Trinitapoli, in provincia di Foggia. L'organizzazione, secondo le indagini dei carabinieri era capeggiata da Teodato De Vitti, detto «Lupin», ed ogni furto garantiva «guadagni» stimati intorno ai 100mila euro. Nel corso delle attività sono state documentati 7 furti commessi in sei mesi tra Toscana, Lombardia e Veneto per un giro d’affari di circa 800mila euro

25 Maggio 2009

MILANO - Alle prime ore dell’alba è scattata una vasta operazione dei carabinieri di Foggia impegnati nell’esecuzione di 13 provvedimenti cautelari nei confronti di una organizzazione specializzati in furti, attiva nel Nord Italia ma con base a Cerignola e Trinitapoli, in provincia di Foggia. 

Le indagini hanno consentito di recuperare svariati quintali di fitofarmaci e pneumatici, di provenienza furtiva per un valore di circa 150.000 euro.

Nel corso delle attività sono state documentati 7 furti commessi in sei mesi tra Toscana, Lombardia e Veneto per un giro d’affari di circa 800mila euro. 

Nell’operazione sono stati impegnati oltre 80 carabinieri e un elicottero dell’Arma.

L’organizzazione, che ogni settimana avrebbe compiuto furti in Piemonte, Lombardia, Toscana e Veneto, secondo le indagini dei carabinieri era capeggiata da Teodato De Vitti, detto «Lupin», ed ogni furto garantiva «guadagni» stimati intorno ai 100mila euro. 

La refurtiva veniva poi rivenduta varie volte, in modo che l’ultimo passaggio risultasse formalmente lecito. Dopo aver individuato l’azienda o il capannone da «visitare», il gruppo partiva da Cerignola per mettere a segno il colpo: sette i furti accertati dai carabinieri che hanno sequestrato anche un inibitore di frequenze: un’apparecchiatura che rendeva inutilizzabili i telefoni cellulari e gli allarmi collegati ai cancelli e agli ingressi dei capannoni da svaligiare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725