Giovedì 18 Agosto 2022 | 21:42

In Puglia e Basilicata

Top gun ad Amendola la donna astronauta

Top gun ad Amendola la donna astronauta
di ANTONIO LO CAMPO
L'Europa dello spazio ha un nuovo gruppetto di astronauti, e due di essi sono italiani, compresa la prima italiana. Samantha Cristoforetti e Luca Salvo Parmitano, sono entrambi ufficiali piloti della nostra Aeronautica Militare, e Samantha, 32 anni, indossa la divisa azzurra attualmente in forza presso il 32° Stormo di Amendola (Foggia). Ed è in questa base che ha conseguito l'abilitazione al volo sui versatili caccia AMX e AMXT

21 Maggio 2009

È stata dura, ma alla fine ce l’hanno fatta. Ed è una grande vittoria italiana, quella annunciata ieri pomeriggio a Parigi, presso la sede dell’ESA, l’agenzia spaziale europea. Dopo qualche anno, l’Europa dello spazio ha un nuovo gruppetto di astronauti, e due di essi sono italiani, compresa la prima italiana. Samantha Cristoforetti e Luca Salvo Parmitano, sono entrambi ufficiali piloti della nostra Aeronautica Militare, e Samantha, 32 anni, indossa la divisa azzurra attualmente in forza presso il 32° Stormo di Amendola (Foggia). Ed è in questa base che ha conseguito l’abilitazione al volo sui versatili caccia AMX e AMXT. 

La Cristoforetti e Parmitano, che si aggiungono agli esperti Roberto Vittori e Paolo Nespoli, portano la bandiera italiana in un gruppo dove sono presenti anche il tedesco Alexander Gerst, il danese Andreas Mogensen, il britannico Timothy Peake, e il francese Thomas Pesquet. La loro avventura era iniziata nel 2008, quando l’ESA lanciò un bando per la selezione di nuovi astronauti, affidando quindi l’incarico alle agenzie spaziali di tutti i paesi membri dell’ente spaziale europeo, di preparare una preselezione. 

Gli aspiranti astronauti europei, lo scorso anno erano inizialmente più di 8.500; alla fine, erano rimasti in otto, e da questi sono usciti i sei che il direttore dell’ESA, Jean Jaques Dordain, ha presentato ieri. Le selezioni si sono ridotte man mano negli ultimi mesi con prove sempre più difficili, a cominciare dalla centrifuga, che può apparire più semplice per chi è abituato a pilotare dei caccia, ma che in realtà mette a dura prova tutti i candidati, sia piloti, sia coloro che arrivano da esperienza come ricercatori. 

«Siamo felici che tra loro ci sia una donna, la prima italiana e l’unica in Europa», ha detto Enrico Maggese, Commissario Straordinario dell’ASI – «È la dimostrazione che per l’Italia lo spazio è un settore importante e vitale, capace di attirare i nostri migliori talenti». 

Samantha Cristoforetti, tenente pilota, è originaria del Trentino. L’addestramento dei sei nuovi astronauti avrà inizio in settembre, avrà una durata di 18 mesi, e sarà seguito dalla preparazione specifica per le loro missioni, che non potrà avvenire a bordo degli shuttle NASA, il cui «pensionamento» è previsto per fine 2010, e potrà essere più dedicato ai nuovi mezzi spaziali in via di sviluppo da parte di ESA e NASA, oltre alle missioni delle navicelle russe Sojuz: «Questi astronauti fanno già parte della generazio ne che guarda al ritorno sulla Luna e alle nuove esplorazioni» – ha detto il direttore ESA Dordain. – «Stiamo tutti lavorando per fare proposte per essere parte e partner di questa avventura con la cooperazione internazionale. È per questo che abbiamo optato per un’età media così bassa dei nuovi astronauti».
ANTONIO LO CAMPO 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725