Lunedì 08 Agosto 2022 | 02:39

In Puglia e Basilicata

Reporter Usa a piedi  da Roma a Otranto

Reporter Usa a piedi  da Roma a Otranto
BARI - Dopo aver percorso nel 2007 la Via Francigena – camminando per circa 900 km dalle Alpi a Roma – Eric Sylvers, giornalista americano collaboratore di New York Times e International Herald Tribune, è di nuovo in strada, diretto a Otranto dove arriverà il 25 maggio. Sylvers ha lasciato Roma il primo maggio ed è in cammino lungo la cosiddetta Via Francigena del Sud: un itinerario ricostruito con l’intento ideale di ripercorrere le tracce dei pellegrini che, visitata la città papale, si dirigevano a sud per imbarcarsi per Gerusalemme.

08 Maggio 2009

BARI - Dopo aver percorso nel 2007 la Via Francigena – camminando per circa 900 km dalle Alpi a Roma – Eric Sylvers, giornalista americano collaboratore di New York Times e International Herald Tribune, è di nuovo in strada, diretto a Otranto dove arriverà il 25 maggio. Lo rende noto un comunicato. 

Sylvers ha lasciato Roma il primo maggio ed è in cammino lungo la cosiddetta Via Francigena del Sud: un itinerario ricostruito con l’intento ideale di ripercorrere le tracce dei pellegrini che, visitata la città papale, si dirigevano a sud per imbarcarsi per Gerusalemme. 

“Appassionato camminatore, Sylvers ha sposato la causa di questi storici sentieri italiani a lungo dimenticati e che solo ora – e solo in alcune aree – sono oggetto – si legge nella nota - di riscoperta da parte di privati, associazioni e amministrazioni locali”. 

Dalla strada Sylvers aggiorna quotidianamento il suo sito: www.walkforitaly.com, su cui tiene un blog lanciato due anni in occasione della sua prima impresa.
“La Via Francigena e la cosiddetta Via Francigena del Sud – afferma Sylvers – sono uno di quei tesori che l’Italia sembra dimenticare chiusi in fondo a un cassetto e che hanno invece un potenziale enorme se solo venissero riscoperti e valorizzati”. 

“Anche in Spagna – aggiunge – il Camino de Santiago non è stato sempre quello che è oggi: una strada percosa ogni anno da centinaia di migliaia di persone. In un momento come questo, in cui è forte l’esigenza di riscoprire e proteggere il paesaggio naturale quale modo migliore per farlo che camminare dall’uno all’altro di questi meravigliosi paesini che sono la ricchezza dell’Italia? Tra l’altro in tempi di crisi sono vacanze decisamente economiche”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725