Martedì 09 Agosto 2022 | 04:13

In Puglia e Basilicata

Bari si trasforma in città medievale per San Nicola

Bari si trasforma in città medievale per San Nicola
La festa per il santo patrono entra nel vivo e la città vecchia si veste medievale per far rivivere l'atmosfera del 1087, quando i 62 marinai sbarcarono a Bari da Myra dopo essere riusciti a trafugare le ossa del santo. Tra cavalieri in armi, giocolieri e cantastorie

06 Maggio 2009

Bari si trasforma in una grande città medievale e riscopre la prima autentica dimora delle ossa del vescovo di Myra, e cioè la cripta della chiesa di San Michele a Bari vecchia. La festa in onore di San Nicola entra nel vivo. E il tradizionale corteo storico si protrae per tre giorni. L’edizione 2009 - a cura della Compagnia delle vigne, diretta da Antonio Minelli, che per il quinto anno si è aggiudicata la realizzazione del corteo - si divide in tre momenti: il culto legato al santo, la società barese dell’anno Mille e la traslazione delle ossa. 

Si è cominciato da oggi, alle 19, con l’annuncio della traslazione per le vie del centro per voce degli attori in costume. Alle 21 sul piazzale della Basilica sarà ricostruita l’atmosfera dell’attesa. Il borgo antico è in fermento con le attività degli armigeri, dei giocolieri, degli artigiani, dei musici. All’interno della chiesa il coro «Novum Gaudium» dell'Abbazia della Madonna della Scala di Noci intonerà canti gregoriani del periodo 1050-1150. 

Domani, 7 maggio, alle 18 va in scena l'arrivo dei marinai sulla spiaggia di San Giorgio e la partenza delle spoglie del santo per Bari. Alle 20.30 l’avvio del corteo con 500 figuranti che da piazza Federico II attraverserà corso Vittorio Emanuele e poi il lungomare per concludersi in Basilica. Una tappa significativa è rappresentata da via degli Orefici: da qui i monaci benedettini si muoveranno verso il mare per accogliere le reliquie. Ulteriore novità è il carro che ospita la riproduzione del quadro del Beato Angelico che raffigura San Nicola mentre riscatta con tre borse piene d’oro le fanciulle dalla prostituzione. 

Domenica l’ultimo appuntamento. Alle 11 alla baia San Giorgio approda la goletta Ideadue, che rientra dal viaggio Translatio Sancti Nicolai. Il veliero ha ripercorso l'impresa dei 62 marinai che nel 1087 si recarono a Myra per liberare le ossa di San Nicola dagli infedeli. Alle 20 la goletta conclude il suo percorso sui pontili del Circolo della Vela, che ritorna nella sede storica sotto il teatro Margherita, aperta alla cittadinanza. «Festeggiamo l’80esimo compleanno dalla fondazione - annuncia il neo presidente Dino Sibilano - e siamo pronti ad ospitare i baresi». Alle 21, sul molo Sant'Antonio, lo spettacolo dei fuochi d’ar tificio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725