Mercoledì 14 Novembre 2018 | 06:25

NEWS DALLA SEZIONE

Cade l'accusa di mafia
Traffico e spaccio di droga nel Barese: condannati in 9 affiliati al clan Palermiti

Traffico e spaccio di droga nel Barese: condannati 9 affiliati al clan Palermiti

 
La strage
Scontro treni in Puglia, per i dirigenti del MIT: «Rispettate norme sicurezza»

Scontro treni in Puglia, per i dirigenti del MIT: «Rispettate norme sicurezza»

 
L'esame autoptico
Lecce, morte on. Baldassarre, l'autopsia conferma: scompenso cardiaco acuto

Lecce, morte on. Baldassarre, l'autopsia conferma: scompenso cardiaco acuto

 
L'incidente a Torremaggiore (FG)
Foggia, imprenditrice 48enne muore schiacciata da muletto

Foggia, imprenditrice 48enne muore schiacciata da muletto

 
Premiato a Vienna
Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

 
Il furto
Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

 
Inquinamento
Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

 
Abusi e violenze
Francavilla, nigeriano tormenta per anni una connazionale: arrestato

Francavilla Fontana, nigeriano tormenta per anni la sua ex: arrestato

 
L'appuntamento
Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
L'udienza il 14 gennaio
Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

 
Si chiamava Jaco
S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

La visita

Fiera, Centinaio: «Impensabile chiusura negozi la domenica in città turistiche»

Il ministro dell'Agricoltura e del Turismo ha parlato della proposta di Di Maio sulle chiusure anche di Tap: «Noi e il M5S vogliamo lo sviluppo del Paese»

Fiera, Centinaio: «Per il Sud investiremo in infrastrutture»

il ministro Centinaio

«La proposta che abbiamo è di non bloccare le aperture domenicali nelle città turistiche». Lo ha detto il ministro dell’Agricoltura e del Turismo, Gian Marco Centinaio, durante la sua visita alla Fiera del Levante di Bari, rispondendo alla domanda sulle dichiarazioni rese ieri, sempre a Bari, dal ministro Di Maio, il quale ha annunciato l'approvazione della legge che impone lo stop nei fine settimana e nei festivi a centri commerciali, con delle turnazioni e l'orario che non sarà più liberalizzato. «Immediatamente ho chiesto spiegazioni in merito a questa proposta - ha detto Centinaio - e non posso pensare che in una realtà turistica si blocchi tutto la domenica. Allora facciamo un ragionamento che ci sia un giorno a settimana di chiusura, che non sia necessariamente la domenica, perché altrimenti blocchiamo il turismo nel nostro Paese». 

«L'agricoltura pugliese in questo momento è importante per il nostro Paese perché vive di eccellenze e di conseguenza oggi come oggi il ruolo del Ministero deve essere quello di aiutare nella valorizzazione, ma anche nella tutela. Penso per esempio all’olivicoltura, al grano, a tantissime esperienze in agricoltura che ci sono in questa regione». Lo ha detto il ministro dell’Agricoltura e del Turismo, Gian Marco Centinaio, oggi in visita alla Fiera del Levante di Bari.
«Sul grano abbiamo lavorato insieme alle regione per l'accoppiato e di conseguenza stiamo dando una risposta se pur minima. Dovevamo dare una risposta agli agricoltori e pensiamo di averla data. - ha detto Centinaio - Stiamo ragionando nelle prossime ore sul grano che arriva da altri parti del mondo per capire se parliamo di 'fake news' o di reali problematiche per la salute. La cosa su cui voglio lavorare, l’abbiamo già fatto per il riso, riguarda il grano: quello che entra nel nostro Paese e non rispetta le caratteristiche sanitarie previste, torna indietro».
«Vogliamo far partire, poi, - ha continuato il ministro - il tavolo di lavoro sulla pasta, cercare di mettere insieme tutta la filiera, dagli agricoltori fino ai produttori dei pastifici e capire insieme quali sono le richieste anche della grande azienda. Sul discorso dell’olivicoltura vogliamo lanciare insieme al sottosegretario Pesce un piano olivicolo nazionale».

«Noi vogliamo lo sviluppo di questo paese e lo vuole anche il Movimento 5 Stelle. Cerchiamo di capire insieme in che direzione andare». Lo ha detto il ministro dell’Agricoltura e del Turismo, Gian Marco Centinaio, rispondendo ad una domanda dei cronisti sulla differenza di vedute tra le due forze politiche di Governo sulla questione Tap. Centinaio sta partecipando a Bari al convegno dal titolo "Turismo 4.0» organizzato da Confindustria Puglia e Confindustria Bari e Bat nell’ambito della Fiera del Levante. "Con il ministro Toninelli - ha detto Centinaio - lavoreremo anche sul ragionamento che San Foca (marina di Melendugno, che dovrebbe essere il luogo di approdo del gasdotto, ndr) è una località turistica»

«Per promuovere il Sud stiamo lavorando a breve, medio e lungo termine: a breve termine stiamo cercando di migliorare il rapporto di collaborazione tra le regioni e tra le regioni e il ministero, quindi parliamo di promozione, di rilancio, di aiuti anche a quegli imprenditori che vogliono investire al sud. E poi facciamo ragionamento a lungo termine: se vogliamo avere un turismo più efficiente, anche al sud bisogna far sì che ci siano le infrastrutture».
Così il ministro dell’Agricoltura e del Turismo, Gian Marco Centinaio, visitando nella Fiera del Levante di Bari i padiglioni dedicati all’enogastronomia e alla cultura pugliese. "Tanti turisti vengono in Puglia per vedere la Puglia, per viverla, per vedere il mare della Puglia, per vedere la storia della Puglia, ma anche per assaggiare la Puglia e quindi per l'enogastronomia pugliese. La nostra risposta, - ha continuato il ministro - nel momento in cui andremo a promuovere il nostro Paese in giro per il mondo, sarà quella di promuovere l’Italia per quello che abbiamo, ma soprattutto per quello che mangiamo e beviamo».

«La lotta all’abusivismo nel turismo per noi è fondamentale, stiamo lavorando ad un progetto per fornire un codice identificativo per le strutture ricettive, per far sì che chi lavorerà in legalità avrà il codice identificativo e quindi potrà promuovere e vendere le proprie strutture anche sui siti on-line, chi invece non avrà il codice identificativo vorrà dire che sarà un abusivo». Lo ha detto a Bari, nell’ambito della Fiera del Levante, il ministro dell’Agricoltura e del Turismo, Gian Marco Centinaio.
«L'obiettivo è dare le stesse multe dell’Inghilterra: 100.000 euro di multa a chi opera senza codice identificativo. Sarà difficile fare controlli a tappeto - ha concluso il ministro - ma l’obiettivo è lavorare affinché l’illegalità nel turismo venga meno. L’Italia è il paese al mondo che ha più illegalità in questo settore».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400