Mercoledì 10 Agosto 2022 | 07:18

In Puglia e Basilicata

Dissesto Taranto, tribunale annulla Boc da 250mln

 Dissesto Taranto, tribunale annulla Boc da 250mln
Il Tribunale di Taranto ha annullato il contratto sottoscritto il 15 maggio del 2004 fra il Comune jonico e Banca Opi per l’emissione dei Buoni ordinati comunali (Boc). Il Comune, accendendo un finanziamento venticinquennale, ottenne un prestito di 250 milioni di euro per estinguere tutti i mutui precedentemente contratti con la Cassa Depositi e Prestiti (per 142 milioni di euro circa) e per realizzare opere pubbliche nelle periferie con 107 milioni di euro. In realtà, solo una trentina di milioni fu utilizzata per realizzare questi lavori, mentre una parte consistente sarebbe stata utilizzata per le spese correnti

28 Aprile 2009

TARANTO - Il Tribunale di Taranto ha annullato il contratto sottoscritto il 15 maggio del 2004 fra il Comune jonico e Banca Opi per l’emissione dei Buoni ordinati comunali (Boc). Il Comune, accendendo un finanziamento venticinquennale, ottenne un prestito di 250 milioni di euro per estinguere tutti i mutui precedentemente contratti con la Cassa Depositi e Prestiti (per 142 milioni di euro circa) e per realizzare opere pubbliche nelle periferie con 107 milioni di euro. In realtà, solo una trentina di milioni fu utilizzata per realizzare questi lavori, mentre una parte consistente sarebbe stata utilizzata per le spese correnti: per questo la magistratura ha indagato 24 persone (tra ex amministratori, dirigenti comunali e dirigenti di banca) con l’accusa di abuso d’ufficio. 

In questi cinque anni il Comune, dichiarato in stato di dissesto finanziario il 17 ottobre del 2006, ha pagato le rate del mutuo per un importo complessivo di 40 milioni di euro. 

Ora dovrà restituire all’istituto di credito (oggi Banca per le infrastrutture innovazione sviluppo) 210 milioni di euro, ma non dovrà più pagare gli interessi che avevano fatto lievitare il debito a 46.468.984, 25 euro. Il contratto è stato annullato per inadempimento della figura di advisor da parte dell’ex Banca Opi (Banca per la Finanza delle Opere Pubbliche e delle Infrastrutture).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725