Lunedì 15 Agosto 2022 | 14:55

In Puglia e Basilicata

Scarlino: «I nostri  prodotti sono garantiti» 

Scarlino: «I nostri  prodotti sono garantiti» 
Antonio Scarlino, vicepresidente del gruppo leccese Scarlino, tra i primi produttori italiani di wurstel e ha sottolineato come la provenienza delle carni di maiale lavorate dall’industria alimentare italiana sia circoscritta all’Europa e non sia importata in alcun caso da Messico, Canada o Usa

28 Aprile 2009

ROMA - "Abbiamo due motivi per essere tranquilli, il primo è chè è acclarato da tutti gli esperti che il virus non si trasmette dal consumo alimentare ma per via umana e il secondo è che l’Italia non importa maiali da Messico, Usa e Canada da 12 anni. Lo afferma Antonio Scarlino, vicepresidente del gruppo leccese Scarlino, tra i primi produttori italiani di wurstel e nel sottolineare come la provenienza delle carni di maiale lavorate dall’industria alimentare italiana sia circoscritta all’Europa. 

“Ora è importante che non ci siano informazioni distorte sui media – aggiunge l’industriale – , difatti ho visto calcare troppo i servizi televisivi sulle immagini di allevamenti suini”. “Per anni – conclude Scarlino – l'industria nazionale di settore aveva chiesto l’apertura delle frontiere d’oltreoceano all’import di maiali per via della convenienza del prezzo, ora il fatto di non esserci riusciti gioca a nostro favore”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725