Sabato 13 Agosto 2022 | 12:17

In Puglia e Basilicata

Manduria, nell'ambulanza le sigarette rubate: 6 arresti

Manduria, nell'ambulanza le sigarette rubate: 6 arresti
di MARISTELLA MASSARI
MANDURIA - L’andatura elevata e due auto a protezione di un furgone. Ai finanzieri del Gruppo di Taranto sono bastati pochi istanti per capire che la scena di fronte ai loro occhi aveva qualcosa di sospetto. I militari erano impegnati in un servizio di controllo quando, sulla litoranea salentina, si sono imbattuti nella classica «staffetta» e i finanzieri, invece di intimare l’alt ai mezzi, hanno deciso di seguire il furgone per vedere dove era diretto. L’intuizione è stata geniale

25 Aprile 2009

di MARISTELLA MASSARI

MANDURIA - L’andatura elevata e due auto a protezione di un furgone. Ai finanzieri del Gruppo di Taranto sono bastati pochi istanti per capire che la scena di fronte ai loro occhi aveva qualcosa di sospetto. I militari, al comando del tenente colonnello Cosimo D’Elia e del capitano Andrea Galiena, erano impegnati in un servizio di controllo quando, sulla litoranea salentina, si sono imbattuti nella classica «staffetta» tanto famigerata ai tempi del contrabbando delle sigarette. I finanzieri, invece di intimare l’alt ai mezzi, hanno deciso di seguire il furgone per vedere dove era diretto. L’intuizione è stata geniale. L’autista ha tirato dritto per Manduria ed ha imboccato una strada alla periferia del paese. Giunto in un parcheggio, ad ettendere il furgone c’erano quattro uomini, una donna e un’ambulanza carica di sigarette, le stesse che lunedì pomeriggio erano state rapinate da un commando durante un assalto al furgone dei Monopoli di Stato.

Cinque persone sono state arrestate in flagranza di reato dalla Finanza in quanto sorprese mentre trasferivano da un’autoambulanza a un autocarro un carico di 230 chili di sigarette con il contrassegno dei Monopoli. Si tratta di Giovanni Caniglia, di 39 anni, di Manduria già noto alle forze dell’ordine, dei fratelli Francesco e Michele Antonio Trombacca, di 27 e 33, proprietari dell'ambulanza e titolari di una ditta di soccorso privato, Francesco Di Napoli, autotrasportatore, di 57, e Nunzia Raia, di 48, che ha ottenuto i domiciliari per ragioni di salute. Francesco Antonicelli, 39 anni di Taranto, si è invece presentato ieri mattina al comando provinciale della Finanza. L’uomo sarebbe stato alla guida di una delle auto «staffetta» a protezione del furgone condotto invece da Di Napoli. Tutti rispondono di ricettazione in concorso. Un’altra persona è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato. La sua posizione non sarebbe grave come le altre. Durante le operazioni di carico e scarico delle sigarette, infatti, il soggetto denunciato sembra che stesse facendo il palo per controllare la zona.

Antonicelli inizialmente si era dato alla fuga e poi si è costituito, mentre Michele Antonio Trombacca è stato trasportato all’ospedale Giannuzzi di Manduria per motivi di salute ed è piantonato dai militari. I sei sono stati già processati ieri mattina per direttissima. L’accusa è stata confermata e restano tutti in carcere, tranne la Raia che è ai domiciliari. L’ambulanza era stata parcheggiata in via Martiri della Libertà, in una zona poco frequentata. I militari sono intervenuti solo quando è iniziato il trasferimento del carico di sigarette da un mezzo all’altro. Nelle casse c’erano circa 200mila pacchetti tra sigarette di tutte le marche e sigari. Il valore della merce sul mercato supera i 500mila euro. I finanzieri hanno anche sequestrato 5.500 euro in contanti trovati nelle perquisizioni a casa di uno degli arrestati, alcuni cellulari, oltre all’ambulanza e all’autocarro che servivano a trasportare le «bionde». Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Matteo Di Giorgio, non sono chiuse. Ora si dovrà accertare se gli arrestati siano coinvolti nella rapina al furgone dei Monopoli di Stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725