Giovedì 18 Agosto 2022 | 03:59

In Puglia e Basilicata

A Bari riprendono i lavori in piazza Cesare Battisti

A Bari riprendono i lavori in piazza Cesare Battisti
L'impresa promette: tra 18 mesi la consegna dell'area. Due anni fa il sequestro dell'ex piazza che periodicamente si trasformava in «piscina», oggi si torna a sperare di poter tornare a ripasseggiare nei giardini dove per generazioni gli studenti universitari si ritrovavano 

24 Aprile 2009

BARI - Diciotto mesi per l’inaugurazione, almeno se non ci saranno altri intoppi. Le ruspe e gli operai della «Dec» - l’impresa del gruppo Degennaro che sta eseguendo i lavori per la realizzazione del parcheggio sotterraneo in piazza Cesare Battisti - hanno ripreso a pieno ritmo. E da oggi la consegna di un pieghevole «porta a porta» spiegherà, passo dopo passo, le operazioni in cors o. Sono passati poco meno di due anni dal giugno del 2007, quando la procura della Repubblica di Bari mise sotto sequestro la condotta di via Cairoli, che serviva sversare le acque piovane e di falda, bloccando di fatto anche il cantiere. Poi la «Via» e le prescrizioni e la ripresa. 

Spiega l’ingegner Traversa della Dec: «È finita la fase dei monitoraggi, prevista appunto dalla valutazione di impatto ambientale. Dal 20 aprile stiamo procedendo alla realizzazione e sistemazione dell’attuale fronte di scavo perimetrale con la realizzazione di una protezione a mezzo di proiezione meccanizzata di malta cementizia contro la parete rocciosa e, contemporaneamente procederemo alla sistemazione di apparecchiature e strumenti per il monitoraggio in continuo del fronte e degli edifici circostanti. A partire dal 18 maggio - secondo un tabella di marcia che verrà aggiornata e resa pubblica almeno una volta al mese - si procederà con gli scavi di roccia necessari pre la realizzazione delle strutture interrate del parcheggio stesso». 

«Gli ingegneri della “Dec” ci hanno assicurato che tutto procede per il meglio - ha detto l’assessore ai lavori pubblici, Simonetta Lorusso - per questo se tutto va come previsto credo che questa opera possa essere conclusa entro diciotto mesi». 
Dopo il sequestro da parte della magistratura inquirente (il pm era Re- nato Nitti) e il successivo dissequestro della condotta, «tra ottobre e novembre scorso è stata completata la stessa ed eseguita la messa in sicurezza del contiere. Inoltre si è provveduto - fanno sapere dalla Dec - ad effettuare le preparazioni per la esecuzione dei monitoraggi sulla falda, sullo e sugli edifici circostanti». [rob. calp.]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725