Venerdì 22 Marzo 2019 | 19:35

NEWS DALLA SEZIONE

L'incontro
Regionali, vertice del c.sinistra a Bari: «la coalizione cerca unità». Emiliano: «Ora primarie idee»

Regionali, vertice del c.sinistra a Bari: «la coalizione cerca unità». Emiliano: «Ora primarie idee»

 
Il concorso
Miglior olio EVO al mondo: la Puglia sale sul podio di «Biol 2019»

Miglior olio extravergine al mondo: la Puglia sale sul podio di «Biol 2019»

 
La foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
Ok alla legge regionale
Puglia, lupi e cinghiali raddoppiati in 10 anni. Coldiretti: «Finalmente indennizzi per i danni»

Puglia, lupi e cinghiali raddoppiati in 10 anni. Coldiretti: «Finalmente indennizzi per i danni»

 
Dopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
La mobilitazione
Xylella, da domani presidio permanente degli agricoltori a Lecce

Xylella, da domani presidio permanente degli agricoltori a Lecce

 
Il caso
Magistrati arrestati, Savasta chiede gli arresti domiciliari

Magistrati arrestati, l'ex pm Savasta chiede i domiciliari

 
Tragedia sfiorata
Scuolabus in fiamme a Milano, tra i carabinieri eroi anche un barese

Scuolabus in fiamme a Milano, tra i carabinieri eroi anche il barese Francesco Citarella

 
Il siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
L'appuntamento
Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

 
L'operazione della Gdf
Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

 

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

L'intervista

Romano: «Gruppo Leu in Regione? Per ora è un'ipotesi letteraria»

Il consigliere regionale in quota Art.1-Mdp è scettico sul futuro della nuova sinistra

Romano: «Gruppo Leu in Regione?Per ora è un'ipotesi letteraria»

L'aula del consiglio regionale

BARI - Continua la discussione sulla nascita del gruppo di Liberi e Uguali in Regione Puglia. Da settembre, infatti, i consiglieri Cosimo Borraccino (Sinistra italiana) ed Ernesto Abaterusso (Mdp) proveranno ad armonizzare le proprie decisioni in Consiglio Regionale e a costruire un presidio stabile del «cartello», e futuro partito, guidato da Pietro Grasso. Per raggiungere l’obiettivo, però, sono necessari tre consiglieri e, dunque, è imperativo reclutare un’altra unità. Molti i nomi sul tavolo - dall’assessore Sebastiano Leo al consigliere Mimmo Santorsola - anche se una naturale valutazione politica porterebbe in primis al salentino Pino Romano, consigliere in quota Articolo 1-Mdp.

Romano la nascita del gruppo di Leu in Regione potrebbe diventare, da settembre, più di una ipotesi. Lei sarebbe disposto a farne parte?
«Da quello che leggo e dalle iniziative politiche in essere, mi sembra più una ipotesi da letteratura che un fatto concreto»

Qual è il nodo?
«Il discrimine rimane il giudizio sulla giunta Emiliano. Leu nascerebbe collocandosi all’opposizione dell’attuale governo regionale. E questo, a mio giudizio, sarebbe un errore».

I consiglieri Cosimo Borraccino (Si) ed Ernesto Abaterusso (Mdp), hanno lasciato intendere la possibilità di una convivenza nonostante la diversità di vedute. L’idea della convince?
«Sarebbe solo un pasticcio».

Niente «armonizzazione», dunque?
«Prenda il caso del voto dell’assestamento di bilancio che mi ha visto rientrare da un periodo di riabilitazione per un senso di coerenza verso gli elettori del 2015. Ebbene, se non ricordo male, il collega Borraccino non ha votato la variazione. Insomma, un cammino comune rischia di essere troppo complesso».

E allora qual è la prospettiva che immagina?
«Occorre che il centrosinistra tutto passi dalla pars destruens a quella construens. Proverò a dare il mio contributo concentrandomi soprattutto sulle cose da fare. La Puglia può essere, come in passato un laboratorio politico. Ma, ripeto, dobbiamo lavorare nella direzione dell’unità».

I sondaggi però, almeno in questa fase, sembrano penalizzare pesantemente le forze di sinistra...
«Ho percettibili segnali che la politica voglia mettersi in cammino. E la fase politica che si è aperta dopo la nascita del governo gialloverde merita una riflessione che risulterebbe stretta se posta solo alla prova dei numeri. Andrei oltre. Gli elettori ci dicono che occorre cambiare».

Infine, consigliere, è favorevole alle primarie regionali per selezionare il candidato governatore?
«Non me la sento di escludere, per il futuro, qualsiasi percorso, anche quello di consultazioni primarie per superare gli steccati di appartenenza e allargare lealmente il campo politico. La condizione è che il passaggio sia letto in questa chiave».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400