Lunedì 08 Agosto 2022 | 11:46

In Puglia e Basilicata

«Battute sulle donne? Cultura dello stupro»

«Battute sulle donne? Cultura dello stupro»
MONZA - ''Nelle battute sulle donne del presidente del Consiglio c'è una cultura dello stupro", secondo Nichi Vendola, che oggi a Monza in un intervenuto alla presentazione dei candidati di Sinistra e libertà, ha detto 'nò all’equazione tra romeni e stupratori.

19 Aprile 2009

MONZA - ''Nelle battute sulle donne del presidente del Consiglio c'è una cultura dello stupro", secondo Nichi Vendola, che oggi a Monza in un intervenuto alla presentazione dei candidati di Sinistra e libertà, ha detto 'nò all’equazione tra romeni e stupratori.


In un discorso durato più di un’ora, il presidente della Puglia ha parlato dei temi più vari fra l’altro sottolineando che "esistono i criminali, non i popoli criminali". E ha definito una "operazione subdola" il tentativo, dopo lo stupro della Caffarella, di far passare i romeni per un popolo con l'attitudine allo stupro. "Ma perchè bisogna vedere i romeni come stupratori? Per evitare – ha osservato – di dire la verità, che nel lessico quotidiano del presidente del Consiglio, nelle sue battute sulle donne c'è una cultura dello stupro". Si tratta di una cultura trasversale nel mondo maschile, decisamente "multietnica".


Vendola ha però anche attaccato governo e maggioranza su altri temi come quello del lavoro (sempre più precario, con l'idea di contratti individuali che lasciano il lavoratore solo di fronte al cosiddetto mercato "in una condizione di permamente ricattabilità"). E parlando di politiche ambientali ha fatto il paragone fra il presidente americano Barack Obama che punta alle energie alternative come un fattore di rilancio economico contro la crisi e Berlusconi che,proprio per la crisi, sul protocollo di Kyoto ha chiesto di "non essere così fiscali".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725