Martedì 09 Agosto 2022 | 22:45

In Puglia e Basilicata

"Pirati della strada" Puglia ai primi posti

"Pirati della strada" Puglia ai primi posti
Secondo l'Osservatorio il Centauro/Asaps (Associazione sostenitori amici polizia stradale), dall'inizio del 2009 a metà aprile sono già 116 i casi di pirateria stradale: 21 le persone uccise e 152 i feriti. Al primo posto il Lazio con 21 episodi di pirateria (in ben 17 casi il pirata ha imperversato sulle strade di Roma); seguono la Lombardia con 18, l'Emilia-Romagna con 17 e la Puglia con 12

18 Aprile 2009

BOLOGNA - Secondo l'Osservatorio il Centauro/Asaps (Associazione sostenitori amici polizia stradale), dall’inizio del 2009 a metà aprile sono già 116 i casi di pirateria stradale: 21 le persone uccise e 152 i feriti, 72% dei casi risolti. Gli arresti sono 37 e 47 le denunce a piede libero. 

Il Lazio con 21 casi in testa alla classifica (17 episodi a Roma), seguono la Lombardia con 18 e l’Emilia-Romagna con 17. In calo i pirati ubriachi. Per l’Osservatorio il Centauro/Asaps la tendenza negativa del 2008, quando furono registrati 323 casi con 98 morti e 331 feriti, sembra volersi confermare anche per quest’anno. Diversa rispetto al 2008 la graduatoria delle regioni coinvolte. 

Se nel 2008 era l’Emilia-Romagna al primo posto con 38 episodi seguita dalla Campania con 37 e dalla Lombardia con 35, nel 2009, a metà aprile, balza al primo posto il Lazio con 21 episodi di pirateria e in ben 17 casi il pirata ha imperversato sulle strade di Roma. Seguono la Lombardia con 18, l’Emilia-Romagna con 17 e la Puglia con 12. 

“Sono ancora i pedoni – spiega Giordano Biserni, presidente Asaps – le vittime del pirata con 15 lenzuoli bianchi stesi sul totale di 21 vittime. In calo i casi di ebbrezza accertata, che al momento si fermano a quota 27% rispetto al 43,8% del 2008. Ma il motivo può essere riconducibile al leggero calo dei pirati identificati e soprattutto al fatto che in più casi il conducente è stato identificato a distanza di molte ore o diversi giorni quando la prova con l’etilometro o il narcotest non erano più attendibili”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725