Mercoledì 28 Settembre 2022 | 12:17

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Puglia-Campania  accordo per innovazioni

Puglia-Campania  accordo per innovazioni
I presidenti delle Regioni Campania e Puglia Antonio Bassolino e Nichi Vendola hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la cooperazione sui temi dell’innovazione e dell’internazionalizzazione. L’accordo prevede una più efficace integrazione nei campi della logistica e dei trasporti nelle relazioni Mezzogiorno – Balcani - Sponda Sud del Mediterraneo

18 Aprile 2009

BARI – I presidenti delle Regioni Campania e Puglia Antonio Bassolino e Nichi Vendola hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la cooperazione sui temi dell’innovazione e dell’internazionalizzazione. L’accordo prevede una più efficace integrazione nei campi della logistica e dei trasporti nelle relazioni Mezzogiorno – Balcani - Sponda Sud del Mediterraneo, con la linea ferroviaria ad alta velocità/alta capacità Bari-Napoli-Roma, lo sviluppo delle autostrade del mare e la creazione di strutture per la logistica, lo stoccaggio merci, i centri servizi ed i nodi multimodali. 
Sul versante delle imprese – si legge in una nota - si punta ad interventi per accrescere le potenzialità sui mercati dei settori della nautica, florovivaismo, agroalimentare, per accompagnare il trasferimento delle tecnologie dal settore della ricerca a quello della produzione, e ad iniziative nel campo dell’indotto a supporto del Polo Aerospaziale. Per quanto riguarda l’Ict l’intesa mira alla promozione della società dell’informazione con progetti per le città digitali, la diffusione delle reti tecnologiche e l'e-government nella pubblica amministrazione. Inoltre le Regioni Campania e Puglia promuoveranno la conoscenza e gli scambi culturali nel Mediterraneo e nell’area balcanica, l'offerta «green» e le fonti di energia rinnovabili, nonchè la riorganizzazione della rete scolastica, sostegno alla formazione per contrastare i tagli alla ricerca e alla pubblica istruzione, e politica d’inclusione sociale dei soggetti deboli e degli immigrati, temi che saranno al centro delle azioni congiunte delle due regioni in questi comparti. 

«Intensifichiamo ulteriormente la già proficua collaborazione esistente tra le Regioni Campania e Puglia – ha sottolineato il presidente Bassolino – è nostra intenzione agire su due versanti. Da un lato, vogliamo sviluppare un percorso congiunto in grado di valorizzare reciprocamente i programmi ed i progetti di sviluppo in corso e da avviare. Dall’altro, siamo fortemente impegnati a definire una strategia condivisa di cooperazione nell’ambito della politica europea di sostegno alla crescita dei Paesi del Mediterraneo e dei Balcani. La collaborazione tra i nostri territori e le nostre imprese, e l’obiettivo di facilitarne la proiezione sui mercati internazionali,- ha concluso Bassolino - possono rappresentare risposte efficaci alla crisi economico-finanziaria internazionale, che ha reso ancora più fragile e vulnerabile l’economia del Mezzogiorno». 

«Si tratta di un altro passo decisivo – ha commentato a sua volta il presidente Vendola – per fare del Sud e delle nostre Regioni in particolare la più importante piattaforma logistica europea di tutto il Mediterraneo. La sfida per l’innovazione e per un diverso modello di sviluppo passa innanzitutto da qui, dalla cooperazione territoriale ed istituzionale». 

«La nostra volontà è quella di dare forza a tutte le forze economiche e sociali del Mezzogiorno che provano tutti i giorni a costruire una narrazione del Sud diversa da quella di una infinita Gomorra - ha concluso Vendola – i nostri territori possiedono eccellenze che vanno sostenute e messe in rete, e questa crisi globale che sta cambiando il mondo può diventare un’opportunità da cogliere se sapremo utilizzare le risorse comunitarie a disposizione fino al 2013 in modo sinergico e strategico».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725