Lunedì 15 Agosto 2022 | 14:06

In Puglia e Basilicata

Matera, Fontana ferdinandea  come la Fontana di Trevi

Matera, Fontana ferdinandea  come la Fontana di Trevi
I cartelli «acqua non potabile» stridono con la bellezza dell’opera. L’impianto idraulico non è ancora perfettamente funzionante nella parte superiore. Per l’inaugurazione che è avvenuta in tempi brevi il riciclo dell’acqua e l’illuminazione saranno sistemati nei prossimi giorni
• È il pozzo dei desideri

18 Aprile 2009

di DONATO MASTRANGELO 
Quei cartelli sgargianti che avvisano che l’acqua non è potabile hanno fatto storcere il naso anche al sindaco Emilio Nicola Buccico che ha immediatamente chiesto che fossero rimossi e sostituiti con altri in linea con il decoro e lo stile architettonico della fontana. A svelarci il retroscena è il direttore dei lavori della fontana l’ing. Emanuele Lamacchia Acito ma ad onor del vero va detto che l’equi - voco è stato ben presto chiarito. «Più di qualcuno - dice il tecnico - ha bevuto l’acqua della fontana che però non è potabile, essendo alimentata a circuito chiuso. Siamo così corsi ai ripari affiggendo in maniera provvisoria dei cartelli ma ho rassicurato il sindaco Buccico che entro la prossima settimana saranno definitivamente sostituiti con delle targhette in ottone con la scritta multilingue che avvisa che non è possibile bere». 

I cartelli attuali, quindi, sono stati posti per un eccesso di zelo dell’impresa Maragno che a tempo di record ha lavorato alla ricollocazione del monumento di epoca ferdinandea in piazza Vittorio Veneto. Poi l’inaugurazione impellente dell’opera prevista in un primo momento lo scorso 7 aprile alla presenza del presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha costretto ad accelerare i tempi. Ma tant’è, Qualcuno pensava che l’acqua che sgorga dalle maschere della fontana fosse ancora quella proveniente dalle sorgenti della collina del castello Tramontano. Entro la prossima settimana tutto dovrebbe essere sistemato. «Regoleremo il getto d’acqua superiore - dichiara Lamacchia Acito - con un cornicione dello stesso materiale della fontana, in modo da creare un cuscino per attutire gli spruzzi e riposizionemo le luci. Oggettivamente fare di più e meglio in soli 40 giorni era impossibile».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725