Domenica 14 Agosto 2022 | 17:51

In Puglia e Basilicata

Domenica arrivano i podisti  il centro di Lecce «chiude»

Domenica arrivano i podisti  il centro di Lecce «chiude»
La stracittadina, in programma domani a Lecce ed in altre 33 città italiane, chiuderà alle auto il centro storico della città fino alle 13, ma aprirà il cuore dei leccesi, che potranno contribuire a sostenere la Protezione Civile per l'Abruzzo
• Ecco tutte le strade vietate alle quattroruote

18 Aprile 2009

In corsa per l’Abruzzo. Vivicittà 2009 aggiunge alla connotazione ambientalista anche quella della solidarietà. La stracittadina, in programma domani a Lecce ed in altre 33 città italiane, chiuderà alle auto il centro storico della città fino alle 13, ma aprirà il cuore dei leccesi, che potranno contribuire a sostenere la Protezione Civile anche con piccole donazioni. 

CITTÀ BLINDATA - La buona riuscita della manifestazione, oltre che dal disegno del tracciato e dalla chiusura del traffico, dipende molto dalla collaborazione degli automobilisti. Ieri gli assessori comunali al Traffico, Giuseppe Ripa, ed alla Polizia Municipale, Lucio Inguscio, hanno lanciato un appello a lasciare l’auto in garage: «Viviamo per una domenica la città a piedi, evitiamo di arrivare con l’auto nel pieno centro - ha detto Ripa - I leccesi già in altre occasioni, non ultima il concerto di “Amici”, hanno dimostrato di collaborare con la nostra polizia municipale. I nostri vigili sono stati sotto pressione e lo saranno fino a fine giugno con un grande evento ogni 7-10 giorni: bisogna aiutarli». Il dirigente del settore Mobilità e Trasporti, Sergio Aversa, ha chiuso 92 varchi del centro storico dalle 8 alle 13 e decretato il divieto di fermata con rimozione forzata dalle 7 alle 13 a tutti i veicoli in viale Marconi (tra viale Lo Re e viale Otranto). Di collaborazione e pazienza ce ne vorranno parecchie: contemporaneamente si svolge nel centro storico anche un raduno di auto d’epoca. 

PRIMO, L’AMBIENTE - Il messaggio principale che Vivicittà continuerà a veicolare è quello ambientalista. Per il terzo anno consecutivo saranno sperimentare modalità organizzative “verdi” che prevedono l’uso di materiali ecologici, la distribuzione di acqua di rete, l’incentivazione del trasporto pubblico o in bici, la raccolta differenziata. Un impatto zero che ha consentito un risparmio complessivo di 83,3 tonnellate di anidride carbonica. «Primo l’ambiente» è uno slogan che però non oscura la solidarietà per l’Abruzzo, che i vertici nazionali hanno subito inserito tra gli obiettivi della manifestazione». 

UNICA CORSA LECCESE - Vivicittà è ormai l’unica manifestazione podistica che si continua a correre nelle vie del capoluogo, come ha sottolineato l’assessore allo Sport, Massimo Alfarano, che già si adopera per portare a Lecce una mezza maratona di livello nazionale. Ritorna nel centro storico dopo il breve esilio dello scorso anno (quando si corse anche nelle vie del centro “commerciale” intorno a Piazza Mazzini con grande confusione nei tracciati, fino alla sospensione della gara). L’appuntamento è fissato alle 8 in Viale Marconi, il via alle 9,30. L’arrivo è in programma per le 10,30 mentre le premiazioni e la chiusura dovrebbero svolgersi intorno alle 11,30. Gianfranco Galluccio, presidente provinciale della Uisp, l’en - te di promozione sportiva che da sempre organizza Vivicittà, raccomanda di presentarsi in orario, con il certificato medico (se non si è tesserati per la Fidal. Il costo di iscrizione è di tre euro, che saranno scontati a chi ha partecipato alla sfortunata edizione 2008. Due i percorsi: 12 chilometri (cioè due giri del percorso) per chi partecipa alla gara competitiva (premiati i primi tre classificati per ogni categoria); solo 6 chilometri per chi partecipa invece nella categoria «Liberi» (premi ai primi tre maschili e femminili).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725