Giovedì 11 Agosto 2022 | 10:02

In Puglia e Basilicata

Bilancio Puglia Sì in Commissione

Bilancio Puglia Sì in Commissione
BARI - Sono state approvate a maggioranza, con il voto contrario delle opposizioni, le «Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2009 e bilancio pluriennale 2009-2011 della Regione Puglia». Venticinque gli articoli esaminati e 29 gli emendamenti. Tra le disposizioni del ddl, l’anticipazione finanziaria di 32 milioni di euro per i consorzi di bonifica (approvata all’unanimità).

17 Aprile 2009

BARI - Sono state approvate a maggioranza, con il voto contrario delle opposizioni, le «Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2009 e bilancio pluriennale 2009-2011 della Regione Puglia». 

Venticinque gli articoli esaminati e 29 gli emendamenti. Tra le disposizioni del ddl, l’anticipazione finanziaria di 32 milioni di euro per i consorzi di bonifica (approvata all’unanimità). Sui consorzi di bonifica, il consigliere De Leonardis (presentatore di un emendamento con Sannicandro poi ritirato sui consorzi di bonifica del Gargano e di Capitanata che starebbero anche questi in sofferenza) ha chiesto all’assessore Russo di portare in Aula una documentazione sulla situazione complessiva di tutti i consorzi di bonifica.

L’assessore Pelillo, in merito, ha assicurato che all’indomani dell’approvazione del bilancio, verrà avviato l’iter per l’approvazione della legge sui consorzi «già pronta ma sospesa perchè in esercizio provvisorio». Approvati il contributo straordinario di 350mila euro per la lotta al punteruolo rosso, la spesa per il contrasto alle frodi agroalimentari di 250mila euro, il cofinanziamento regionale per la composizione del prezzo delle bietole di un milione e 600mila euro , l’intervento finanziario di un milione di euro per la valorizzazione dei prodotti tipici della Puglia e il sistema informatico agricolo Uma per 500mila euro (approvati questi ultimi due articoli all’unanimità), il contributo straordinario di 800mila euro per gli enti fieristici a carattere regionale distribuito tra Fiera di Foggia (410mila), Fiera di Galatina (130mila), Fiera dell’Ascensione di Francavilla Fontana (130mila) e Fiera di Gravina (130mila), l’anticipazione di un milione 800mila euro per l’Iacp di Taranto (su questo articolo l’Udc ha votato a favore), infine una spesa di 3 milioni di euro per l’accordo di programma Quadro per le politiche giovanili.

In materia di ambiente sono stati approvati due articoli e ritirato un emendamento di Manni. Il primo, all’unanimità, sull'emergenza rifiuti per il bacino di Lecce 2 che ha stanziato 4 milioni e 500mila euro, il secondo invece, mira «a tutelare il bene acqua». L’assessore competente infatti Michele Losappio, ha inteso «disciplinare le attività di ricerca e di coltivazione delle acque minerali e termali». 

«Se fino a ieri – ha commentato Losappio leggendo i dati relativi ad una inchiesta in merito svolta da un quotidiano pugliese – il ricercatore doveva corrispondere alla regione per ogni ettaro o frazione di ettaro compreso nel permesso di ricerca solo un euro (in altre regioni d’Italia è ben superiore questa cifra), da oggi ne dovrà corrispondere 30. E non è una tassazione bensì, ripeto, la tutela di un bene pubblico quale è l’acqua». 

Sempre in materia di ambiente è stato ritirato l’emendamento proposto dal consigliere Piero Manni che chiedeva la sospensione per un anno di tutte quelle richieste di autorizzazione per la costruzioni di impianti di produzione di energia elettrica da fonte costituita da biomasse. «Ce ne sono tante, troppe di richieste nella provincia di Lecce – ha detto il consigliere Manni - occorrerebbe quindi una pausa di riflessione». 

Pronta la risposta di Losappio. «Ogni ipotesi di moratoria su energie rinnovabili è incostituzionale. Si può ipotizzare una legge sulle biomasse, ma non si può fare una moratoria». Missionari. Sulla vicenda missionari, si arriva in Aula con un emendamento approvato all’unanimità presentato dal presidente del gruppo consiliare di Forza Italia Rocco Palese che norma la materia, così come avevamo anticipato precedentemente, fino al 31 dicembre del 2010 (dal 1 maggio del 2009).

 I quattro articoli (uno è stato soppresso) individuano «il rimborso forfettario giornaliero, per ogni giornata di effettiva presenza fino ad un massimo di 220 giorni all’anno, in 25 centesimi di euro per ogni chilometro e in 8 euro il rimborso sostitutivo dei buoni pasto» per tutto il personale regionale distaccato in via continuativa presso le diverse segreterie particolari e presso i gruppi consiliari. All’Ufficio di presidenza poi «su richiesta dei presidenti dei gruppi consiliari che non abbiano in utilizzo personale in missione, la possibilità di stipulare contratti di lavoro subordinato di diritto privato a tempo determinato».

All’unanimità è stato approvato un articolo aggiuntivo, presentato dall’assessore Sandro Frisullo, per l’istituzione di un fondo di rotazione per l’attuazione dei piani di ripianamento dei consorzi Asi con una dotazione di cinque milioni di euro. Il fondo è previsto nelle legge regionale n. 2 del marzo del 2007 sui consorzi Asi ed è «a supporto, di tutti i consorzi della Puglia, per le operazioni di ristrutturazione finanziaria e di ripianamento delle loro esposizioni debitorie». 

G8 a Lecce e Abruzzo Per la realizzazione di opere per il G8 dei ministri dell’economia che si svolgerà a Lecce il 12 e il 13 giugno prossimi, il presidente Palese ha presentato un emendamento per un contributo straordinario di quattro milioni di euro. 

«E' un riconoscimento anche alla Puglia l’aver scelto Lecce quale sede di G8 – ha detto l’assessore Pelillo – e per questo motivo la richiesta di Palese è fondata, ma chiederei di rivedere il contributo richiesto e di valutare bene le risorse che abbiamo a disposizione tenendo anche conto della situazione che si è venuta a creare in Abruzzo. Sono certo che ci si possa sintonizzare bene tutti quanti insieme su queste due vicende. La regione Puglia non si sottrarrà». Per la prima volta, nel bilancio non ci sono norme che riguardano la sanità, ma solo un emendamento (poi ritirato) sulla Pet Tac a Foggia «E questo perchè – ha spiegato l’assessore Michele Pelillo – stiamo monitorando il settore per capire come muoverci». 

La discussione su argomenti quali l’esodo del personale in servizio presso la regione Puglia (emendamento presentato dal consigliere Olivieri) o la stabilizzazione del personale precario degli Adisu (emendamento presentato dal consigliere Borraccino) è stata rinviata in Aula. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725