Martedì 09 Agosto 2022 | 03:31

In Puglia e Basilicata

Manifesto selvaggio: valanga di affissioni

Manifesto selvaggio: valanga di affissioni
BARI - Ha vent’anni, è studente e l’altra sera, un po’ tardi, stava tornando a casa e ha notato degli attacchini che stavano riempiendo un muro con manifesti, anche in spazi non autorizzati per l’affissione. Questo studente, che ha chiesto l’anonimato, si è rivolto a «Pronto Gazzetta» per denunciare la vicenda e ha fatto sapere che «la campagna elettorale inizia a fare male alla città. Tornando a casa, l’altra sera, verso mezzanotte, ho assistito all‘attacchinaggio abusivo di numerosissimi manifesti che pubblicizzavano un comizio.

13 Aprile 2009

BARI - Ha vent’anni, è studente e l’altra sera, un po’ tardi, stava tornando a casa e ha notato degli attacchini che stavano riempiendo un muro con manifesti, anche in spazi non autorizzati per l’affissione.

Questo studente, che ha chiesto l’anonimato, si è rivolto a «Pronto Gazzetta» per denunciare la vicenda e ha fatto sapere che «la campagna elettorale inizia a fare male alla città. Tornando a casa, l’altra sera, verso mezzanotte, ho assistito all‘attacchinaggio abusivo di numerosissimi manifesti che pubblicizzavano un comizio. Ma se è stato già acquistato praticamente ogni spazio - dice lo studente - in cui l‘affissione è lecita, che bisogno c‘è di utilizzare così arrogantemente l‘affissione abusiva?».

Ha ragione lo studente: in questi giorni, in tutta la città, un numero sempre crescente di manifesti stanno occupando gli spazi autorizzati e, soprattutto, quelli non autorizzati.


Un malcostume che si sta diffondendo al quale nessun candidato cerca di porre un freno e così gli attacchini di partito fanno a gara a «conquistare» i posti più impensabili.


Può l’Amministrazione comunale porre un freno? È possibile che qualcuno paghi per questo modo a dir poco barbaro di agire?


«Provvederemo a emettere delle sanzioni - dice Giovanni Giannini, assessore all’Attuazione del programma, Patrimonio ed Edilizia residenziale pubblica, Bilancio e Tributi - noi, per conto nostro, abbiamo provveduto ad allestire un servizio di affissioni dei manifesti e chiunque potrà rivolgersi, quindi, all’Ufficio affissioni del Comune oppure anche alla mia segreteria personale, al numero 080.5773592. 

Affiggere manifesti elettorali fuori dagli spazi previsti è deprecabile. Ha ragione quel vostro lettore ma passeremo queste segnalazioni alla Polizia urbana per far emettere le sanzioni e all’Ufficio affissioni per far togliere i manifesti o, se non è possibile, coprirli con fogli bianchi. Ma bisogna capire - spiega Giannini - che avevamo pensato di esternalizzare il servizio affissioni, poi c’è stato un ripensamento e adesso lo svolge la Multiservizi. Quindi, anche questo servizio sconta il problema di carenza di personale. Parliamoci chiaro - conclude l’assessore Giannini -: è arduo assicurare che controlleremo, vista la vastità del territorio. Comunque, controlleremo».

La speranza, al di là del senso civico, è che ci sia maggior rispetto per la città.

[m. trigg.]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725