Mercoledì 28 Settembre 2022 | 02:17

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Matera, inaugurata mostra su genocidio armeno

Matera, inaugurata mostra su genocidio armeno
La mostra, attraverso 15 pannelli realizzati da studenti del liceo scientifico Alexis Carrel di Milano con l’Associazione “Incontri”, ripercorre le tappe che portarono al genocidio di quel popolo di fede cristiana subito in Turchia
• Mesagne, mostra oscena. Comune revoca permesso 

07 Aprile 2009

MATERA - E' stata inaugurata in serata a Matera, nella chiesa rupestre di Santa Maria de Armenis, nel Sasso Caveoso, la mostra “Il primo genocidio del XX secolo”, organizzata dall’associazione Sinopia e dal Comune per ricordare il genocidio subito in Turchia dal popolo armeno. La mostra, attraverso 15 pannelli realizzati da studenti del liceo scientifico Alexis Carrel di Milano con l’Associazione “Incontri”, ripercorre le tappe che portarono al genocidio di quel popolo di fede cristiana, attraverso le foto e le testimonianze dell’ufficiale tedesco Armin Wegner, le denunce del pastore evangelico tedesco Johannes Lepsis e il lavoro di ricostruzione documentale di Giacomo Guerrini, fondatore dell’Archivio Diplomatico del Ministero degli Affari Esteri. Il percorso espositivo è completato dagli interventi di personalità contemporanee come Papa Giovanni Paolo secondo, che si sono impegnate per ricordare la memoria del popolo armeno. Il consigliere comunale Emanuele Nicoletti, che ha promosso l'iniziativa, ha annunciato l’avvio di un lavoro di ricerca sulla presenza armena a Matera che, oltre alla chiesa rupestre, vanta anche cognomi di radici armena come Persia, Porsia e Chita. La mostra chiuderà il prossimo 30 giugno.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725