Mercoledì 17 Agosto 2022 | 17:40

In Puglia e Basilicata

Sos dall'Abruzzo: donate il sangue

Sos dall'Abruzzo: donate il sangue
La "Gazzetta" fa suo e rilancia l'appello del presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, a tutti gli italiani, affinchè compiano un grande gesto di solidarietà recandosi nei presidi ospedialieri della regione per donare sanguepresso i centri trasfusionali. Michele Scelsi (coordinatore regionale dei centri trasfusionali): ci stiamo organizzando per garantire anche una eventuale apertura pomeridiana nei maggiori centri della regione, ovvero a Bari al Policlinico, a Taranto, Lecce, Brindisi, a San Giovanni Rotondo e a Foggia "Ospedali riuniti"

06 Aprile 2009

BARI - «Donate il sangue per aiutare i molti feriti nel terremoto». La “Gazzetta” fa suo e rilancia l'appello del presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, a tutti gli italiani, affinchè compiano un grande gesto di solidarietà recandosi nei presidi ospedialieri della regione per donare sangue presso i centri trasfusionali. 

Il responsabile del Crat (organizzazione regionale delle attività trasfusionali della Puglia, un organismo della Regione), dott. Michele Scelsi, ha già attivato la pronta reazione dei centri pugliesi. «In qualità di coordinatore regionale - dice Scelsi - questa mattina ho chiesto a tutte le strutture tarsfusionali regionali di mettere a disposizione ciò che già c'è a favore dell'Abruzzo. In particolare, globuli rossi 0+ e 0-». 
«Dobbiamo costituire una scorta strategica in favore della regione Abruzzo, per questo - spiega il responsabile del Crat - l'assessorato della Sanità della Regione Puglia ha dato subito una prima concreta risposta. Il secondo passaggio sarà quello di contattare le associazioni di donatori per avere un flusso coordinato di donazioni e per costituire un'ulteriore donazione per i prossimi giorni». 
«Inoltre - annuncia Michele Scelsi - abbiamo diramato una circolare a tutti i direttori di tutte le Asl pugliesi per garantire l'apertura pomeridiana nei maggiori centri della regione, ovvero a Bari al Policlinico, a Taranto, Lecce, Brindisi, a San Giovanni Rotondo e a Foggia "Ospedali riuniti"».

Alla Banca del sangue del Policlinico di Bari sono già pronti ad allungare il turno di lavoro, se necessario. Infatti, come spiega il primario, Donato Dimonte, «Anche se i meccanismi, in questi casi, dovrebbero passare la Commissione nazionale sangue, che dovrebbe essere una sorta di centro di “allerta rapido” - come quello della protezione civile, nulla osta che la Regione Puglia si interfacci direttamente con la Regione Abruzzo». 

«Ovviamente - dice il prof.Dimonte - noi siamo disponibili a dare il sangue che ci venisse richiesto dagli Abruzzi, compatibilmente con le nostre esigenze e con le nostre disponibilità. Perciò, se i cittadini vogliono venire a donare il sangue, noi siamo pronti. Se dalle zone terremotate ce lo chiedessero noi potremmo contribuire in maniera concreta». «Non possiamo dire con matematica certezza che il sangue che verrà donato andrà in Abruzzo - spiega il primario della Banca del Sangue del Policlinico di Bari - ma posso garantire che se ce lo chiedono noi lo invieremo subito. Siamo disponibili a fare la nostra parte, sia come struttura del Policlinico sia come centro della Regione Puglia». 

«Non conosco la portata delle attuali esigenze - spiega Dimonte - Ma posso dire che l'Abruzzo, in genere, ha qualche problema nelle scorte di sangue perché ci sono dei momenti in cui ce lo chiedono, per esempio in estate. Quindi, i cittadini che vogliono donare che vengano pure. Noi siamo qui dalle 8 alle 12 e 30 ma possiamo cambiare l'orario se c'è un allarme concreto e cittadini-donatori». 

Oltre che al Policlinico, a Bari c'è una Banca del Sangue all'ospedale San Paolo e al Di Venere. Ma tanti altri centri di raccolta sono sparsi sull'intero territorio regionale: a Molfetta, Monopoli, a Foggia, a San Giovanni Rotondo, Lecce, Tricase, Taranto, Gallipoli. Quindi, se qualcuno vuole donare può farlo e farlo vicino a casa sua.
di MARISA INGROSSO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725