Mercoledì 17 Agosto 2022 | 10:07

In Puglia e Basilicata

D'Alema: no a candidature di  Vendola ed Emiliano alle europee

«Non c'è dubbio che considero inopportuna la candidatura di chi abbia un ruolo istituzionale e che non intenda andare in Europa, questo vale per tutti anche per Vendola», ha spiegato in un incontro a Bari. Su Emiliano «la canditatura sarà decisa da Roma»

30 Marzo 2009

Massimo DBARI - «Poco fa Franceschini ha ribadito che noi intendiamo presentare alle europee solo candidati che andranno in Europa; la candidatura di Emiliano è una questione che non compete a noi dirimere ma che deve essere decisa a Roma”. Lo ha detto Massimo D’Alema, che oggi a Bari ha partecipato a una riunione degli esponenti regionali del partito in vista della definizione delle candidature alle europee e alle amministrative. A chi gli chiedeva un’opinione sulla possibilità avanzata dal sindaco di Bari, segretario regionale del Pd, di candidarsi anche alle europee oltre che al Comune, D’Alema ha risposto: “Non è in discussione il valore di Emiliano, ma la compatibilità con il suo impegno per tornare ad essere sindaco di Bari”. 

Un giudizio negativo D'Alema lo ha anche dato sulla possibilità della candidatura alle europee di Nichi Vendola. «Non c'è dubbio che considero inopportuna la candidatura di chi abbia un ruolo istituzionale e che non intenda andare in Europa, questo vale per tutti anche per Vendola», ha sottolineato ai cronisti. Rispondendo alla domanda, D’Alema ha inizialmente precisato che «Vendola non fa parte del Pd» ma rispondendo alle insistenze dei giornalisti ha espresso la sua valutazione sull'inopportunità, in generale, di candidature istituzionali. D’Alema ne ha parlato anche arrivando alla Libreria Laterza per la presentazione del libro di Arnaldo Forlani 'Il potere discretò con Pierferdinando Casini e il ministro Raffaele Fitto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725