Mercoledì 17 Agosto 2022 | 05:53

In Puglia e Basilicata

Vinitaly, la Cantina Due Palme vince premio speciale

30 Marzo 2009

ROMA – E' la canadese Inniskillin Wines Inc. - Niagara On The Lake la vincitrice del Premio speciale «Gran Vinitaly 2009», assegnato dal Concorso Enologico Internazionale (www.vinitaly.com/concorsoenologico) all’azienda che ha ottenuto il maggior punteggio in base a due medaglie conseguite in gruppi diversi. 

Sei le aziende che hanno vinto il premio speciale per Nazione «Vinitaly 2009», attribuito al produttore di ogni Paese che ha ottenuto il maggior punteggio calcolato dalla somma delle valutazioni riferite ai migliori tre vini insigniti del diploma di «Gran Menzione». Si tratta dell’italiana Cantine Due Palme Sca, della brasiliana Bebidas Da Serra Sa, della ceca Pavel Binder Rodinne Vinarstvi, della francese Jacquart & Associes Distribution Sas, della tedesca Divino Nordheim – Die Winzergenossenschaft Nordheim e della spagnola Vina Arnaiz. 

La 17^ edizione del Concorso Enologico Internazionale si è svolta a Verona dal 25 al 29 marzo 2009, come anteprima del 43° Vinitaly, in programma dal 2 al 6 aprile (www.vinitaly.com). 

La manifestazione è stata organizzata dall’Ente Fiere di Verona con lo scopo di evidenziare la miglior produzione enologica, farla conoscere ai consumatori e agli operatori, presentare al pubblico le tipologie dei vini più caratteristici dei diversi Paesi, nonchè premiare e stimolare lo sforzo delle aziende vinicole al continuo miglioramento qualitativo dei loro prodotti. 

Il Concorso Enologico Internazionale – Vinitaly 2009 si è riconfermato il più selettivo del mondo. Infatti ha assegnato solo 113 medaglie su 3.539 vini sottoposti a giudizio. Quest’anno 34 i Paesi di provenienza e più precisamente: Albania, Argentina, Australia, Austria, Bosnia Erzegovina, Brasile, Bulgaria, Canada, Cile, Cipro, Croazia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Israele, Italia, Libano, Malta, Messico, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Romania, Serbia Montenegro, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Sud Africa, Svizzera, Turchia, Ungheria, Uruguay e Venezuela. 

Dei 3.539 campioni valutati, 949 sono stati premiati con diploma di Gran Menzione. I primi dodici vini di ogni categoria e gruppo che hanno ottenuto il miglior punteggio, sono stati rivalutati per l’assegnazione della Gran Medaglia d’Oro, della Medaglia d’Oro, della Medaglia d’Argento e della Medaglia di Bronzo, per un totale di 28 Gran Medaglie d’Oro, 27 Medaglie d’Oro, 30 Medaglie d’Argento e 28 Medaglie di Bronzo.

La manifestazione si è svolta con il patrocinio dell’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin, dell’Union Internationale des Oenologues, nonchè dei Ministeri delle politiche agricole e delle attività produttive della Repubblica Italiana. L’organizzazione delle selezioni è stata affidata alla responsabilità dall’Associazione Enologi Enotecnici Italiani. 

Le valutazioni si sono svolte in diciotto sessioni diverse, che hanno occupato 21 commissioni per più di 40 ore totali. Durante le selezioni sono stati utilizzati complessivamente oltre 24.000 bicchieri e sono state compilate 22.270 schede di valutazione pari a 316.725 giudizi parziali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725