Giovedì 11 Agosto 2022 | 08:26

In Puglia e Basilicata

SANITA'/Sei trapianti oggi al Policinico di Bari

BARI - Sei trapianti d’organo al Policlinico di Bari. Due donazioni hanno reso possibile una vasta operazione che ha richiesto un grosso sforzo organizzativo e ha portato, nell’arco di 24 ore, a un trapianto di cuore, due di fegato e tre di rene.

28 Marzo 2009

BARI - Sei trapianti d’organo al Policlinico di Bari. Due donazioni hanno reso possibile una vasta operazione che ha richiesto un grosso sforzo organizzativo e ha portato, nell’arco di 24 ore, a un trapianto di cuore, due di fegato e tre di rene.

Nel centro trapianti della Clinica Chirurgica l’équipe del prof. Vincenzo Memeo ha concluso poco prima di mezzogiorno il secondo trapianto di fegato in un paziente di 55 anni, A. M., di Ceglie del Campo. L’organo è stato donato da un ragazzo di 17 anni rimasto vittima di un incidente stradale a Ferrara. Ieri mattina la stessa équipe aveva effettuato un altro trapianto su un paziente di Trinitapoli, N. L. di 41 anni, in lista d’attesa dal 22 gennaio. In entrambi i casi si è trattato di interventi salva-vita a causa delle gravi condizioni cliniche di insufficienza epatica.

Sempre nella mattinata di ieri è stato effettuato con successo il trapianto di cuore in un paziente lucano di 61 anni, C. B., residente a Policoro. L’organo è stato donato da un uomo di 49 anni di Bitritto deceduto in seguito al trauma cranico riportato durante un incidente sul lavoro. Per l’équipe del direttore dell’Istituto di Cardiochirurgia, Prof. Luigi De Luca Tupputi, che è stato assistito in sala operatoria dal prof. Nicola Marraudino, si è trattato del terzo trapianto di cuore nell’arco dell’ultimo mese, da quando cioè è ripresa con regolarità l’attività trapiantologica.

«Il paziente è attualmente ricoverato in terapia intensiva – afferma il prof. De Luca Tupputi – e il decorso operatorio è nella norma. I parametri vitali sono ottimali». Secondo l’ultimo bollettino clinico, il controllo ecografico transesofageo conferma la perfetta contrattilità del cuore impiantato e le condizioni generali sono buone.

Buone sono definite anche le condizioni cliniche dei tre pazienti ai quali è stato trapiantato il rene. Gli interventi sono stati eseguiti nelle ultime 24 ore dall’équipe del prof. Francesco Paolo Selvaggi, direttore dell’Istituto di Urologia dell’Università di Bari, e dal prof. Michele Battaglia, direttore del Dipartimento di Emergenza e Trapianti d’Organo. A nome dell’intero Dipartimento trapiantologico del Policlinico il prof. Battaglia ha sottolineato come sia iniziata da quest’anno «una nuova fase che attesta una organizzazione logistica e strutturale di altissimo livello, oltre al maggiore impulso della Direzione Generale a tutto il programma trapianti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725