Domenica 14 Agosto 2022 | 02:25

In Puglia e Basilicata

Porto Cesareo, pesca da record presa una «ricciola» da 63 chili

Una ricciola da record quella abboccata nelle acque di Porto Cesareo all’amo di Lorenzo Stefanizzi, 22enne di Collemeto. Il sistema di pesca usato dal giovane è quello «alla gallipolina» o «a traina»: motore al minimo e lenza calata in acqua con un pesciolino (foto)

27 Marzo 2009

pesce, ricciola record da 63 chiliPORTO CESAREO - Sessantatre chili e mezzo. Una ricciola da record quella abboccata nelle acque di Porto Cesareo all’amo di Lorenzo Stefanizzi, 22enne di Collemeto. A sette miglia circa dalla costa cesarina, durante una normale battuta di pesca in barca, affrontata per hobby, forse più per passare il tempo e per la passione del mare, che per sperare di tornare a casa con il secchio pieno di pesce. Ha invece riempito l’intera barca il gigantesco esemplare abboccato alla lenza, una ricciola, pesce sì comune nelle acque salentine ma non certo di queste dimensioni. Un instancabile corridore del mare, che si avvicina alla costa soprattutto in primavera alla ricerca dei branchi di pesciolini. Si è imbattuto in quello sbagliato l’esemplare in questione, quello dell’esca lasciata galleggiare a qualche decina di metri dalla barca. Il sistema di pesca usato dal giovane è quello “alla gallipolina”, o “a traina”: motore al minimo e lenza calata in acqua con un pesciolino finto ad attirare i pesci di superficie. E così è stato. Una pesca da record per la zona, la precedente, infatti, pare pesasse “solo” 61 chili. [d.q.]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725