Lunedì 15 Agosto 2022 | 15:53

In Puglia e Basilicata

Una pozione magica recapitata per sbaglio

Una pozione magica recapitata per sbaglio
di GIANPAOLO BALSAMO
E' accaduto a Barletta dove per un errore del corriere una commerciante del centro si è vista recapitare un pacco con una strana polvere bianca proveniente dalla Guinea. Dopo aver pensato a droga la scoperta: la «pozione» era destinata ad un cittadino extracomunitario e doveva servire ai problemi di infertilità di una donna

27 Marzo 2009

di GIANPAOLO BALSAMO 

BARLETTA - Pensava fosse droga e si trova dinanzi delle bustine di «polvere magica», una «pozione miracolosa» spedita dall’Africa per risolvere i problemi di fertilità di una donna di Barletta. È quanto accaduto l’altra mattina ad una commerciante barlettana di via Regina Margherita che, per un errore di indirizzo, intorno a mezzogiorno si è vista recapitare da un corriere espresso un pacco proveniente dalla Guinea e destinato non a lei ma, invece, ad un cittadino extracomunitario da tempo residente a Barletta insieme alla sua famiglia. 

LA SORPRESA - La sorpresa è stata enorme quando, aperto il pacco con molta cautela, la donna si è trovata dinanzi un involucro con tre bustine di cellophane, chiuse con filo di cotone e contenenti una strana sostanza granulosa di colore grigio chiaro. La commerciante, non avendo ordinato alcunchè e, soprattutto, sospettando che quella strana polvere fosse droga proveniente da qualche terra lontana, ha subito chiesto l’intervento dei poliziotti di una volante, evitando di toccare le bustine. Il narcotest, invece, ha dato esito negativo. Ma, non essendo sostanza stupefacente, cosa era contenuto in quelle bustine? Gli accertamenti compiuti dai poliziotti del commissariato hanno poi svelato l’arcano mistero. 
Quel pacco, è stato accertato, era destinato ad un cittadino africano (residente proprio nelle vicinanze di via Regina Margherita) che, per alleviare i suoi dolori reumatici, aveva pensato bene di chiedere aiuto ad un noto stregone della sua terra d’origine. Come dire: terra nuova, usanze vecchie. Quelle strane bustine, in altre parole, avrebbero contenuto un potente «medicinale naturale» per alleviare i suoi disturbi. Caso chiuso? Niente affatto. Le indagini lampo dei poliziotti barlettani sono andate oltre finchè non è stato svelato il reale utilizzo di quella sostanza granulosa mescolata a peli d’animale e dall’odore non proprio gradevole. La pozione stregonesca, proveniente realmente dall’Africa nera non era altro che un miscuglio di strane sostanze minerali preparato da «sapienti» mani per risolvere i problemi di fertilità di una giovane donna, figlia del cittadino africano, il vero destinatario del pacco. L’uomo, in altre parole, di nascosto al genero e forse alla stessa figlia, per diventare finalmente nonno aveva chiesto aiuto alla stregoneria che, è risaputo, si basa più che altro sulla ritualità e sull'oggettistica. E così, forse dopo essersi consultato con parenti ed amici, aveva ordinato quel prodotto reputandolo davvero mir acoloso. 

IL FOGLIO CON LE «ISTRUZIONI» - La figlia, secondo le istruzioni che erano riportate su un foglio allegato alle bustine della «pozione magica», avrebbe dovuto spalmare quella sostanza granulosa sulla pancia e poi sperare sui suoi effetti prodigiosi. Così semplice da non crederci. Peccato, però che il pacco è stato ricevuto da un’altra persona che, ignara di tutto e soprattutto sorpresa per ver trovato al suo interno quella strana sostanza, ha subito allertato la polizia, facendo alzare il sipario sull’intera vicenda e vanificando, di conseguenza, l’effetto «miracoloso » della pozione. 

IL VERO DESTINATARIO - Risolto il mistero, pacco, bustine e sostanza misteriosa sono stati comunque consegnati al vero destinatario della spedizione. Il cittadino extracomunitario che si è anche scusato con la commerciante per il disturbo arrecatole, non ha potuto fare altro che raccontare la verità. Poi ha anche ringraziato i poliziotti. «Attendevo da tempo questo pacco. Ora non so se riuscirà ugualmente a risolvere il problema di mia figlia. Nella mia Africa è un rimedio molto diffuso». 
Se lo dice lui....
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725