Venerdì 19 Agosto 2022 | 10:23

In Puglia e Basilicata

La Puglia gestisce i bandi regionali on line «per risparmiare carta»

25 Marzo 2009

BARI - Con il bando regionale per gli aiuti alle Pmi su ricerca e competitività, è nata in Puglia la gestione digitale del processo amministrativo: 287 imprese hanno inoltrato le proprie candidature al bando, e sono state evase 870 domande online con un tempo medio massimo di due ore; sono state anche pubblicate 88 'faq' (le risposte a domande frequenti), oltre ad essere soddisfatte tutte le richieste telefoniche. Sono i dati resi noti oggi nel corso della presentazione dei risultati del bando 'Aiuti alla ricercà, per il quale è stata adottata per la prima volta in Puglia la modalità online. 

Le domande potevano essere presentate, dopo essersi connessi al portale www.sistema.puglia.it, solo attraverso la posta elettronica certificata (Pec), cioè un servizio e-mail che permette di ottenere la garanzia del ricevimento e dell’integrità del messaggio ricevuto da parte del destinatario. In Italia è equiparata a tutti gli effetti di legge alla spedizione di una raccomandata cartacea con ricevuta di ritorno. “Sono stati risparmiati – è stato spiegato – carta e costo della documentazione, e sono stati abbattuti i tempi del 50%, velocizzando l’intero iter di almeno sei mesi”. Il nuovo servizio ha inoltre il vantaggio di garantire una trasparenza totale, perché produce due certificazioni: una all’invio della domanda, l’altra al ricevimento.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725