Giovedì 18 Agosto 2022 | 03:54

In Puglia e Basilicata

Arte sacra, una mostra a Brindisi e Oria

22 Marzo 2009

Prosegue con successo nelle due sezioni ubicate nell’ex convento Santa Chiara di Brindisi ed a Palazzo Martini ad Oria, «Oltre l’amore», rassegna nazionale di Arte sacra contemporanea, ideata da Vito De Guido e Rita Fasano, con l’associazione «Le Ali di Mirna».


La rassegna è patrocinata dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Brindisi, dalle città di Brindisi e Oria e dalle rispettive diocesi.


A Brindisi è intervenuto sul tema «Arte, bellezza, verità: riflesso dell’Amore di Dio», mons. Angelo Catarozzolo, il quale ha evidenziato come «l’artista è colui che eleva in alto l’antenna dell’animo per captare le suggestioni del mistero che intercorre tra il divino e l’umano, con lo stupore della creaturalità che traluce della verità e della bellezza del Signore del cosmo e della storia, il “Logos” che si è fatto carne per amore dell’uomo».

Ad Oria, il sabato seguente, è intervenuto sul tema «Dialogo tra Cristianesimo e Arte», Don Fabio Ciollaro, Vicario episcopale per la Pastorale Scolastica della Diocesi di Brindisi-Ostuni. Il relatore si è soffermato particolarmente sulla riconciliazione tra Chiesa e Arte contemporanea, fortemente voluta da Paolo VI all’inizio degli anni settanta dopo anni di sofferta incomprensione e reciproco isolamento. Il sentimento dell’Amore è alla base del messaggio di verità. L’artista, nel ruolo di mediatore di tale comunicazione, è un messaggero vero e profondo di questo valore.

Così, ecco l’Associazione mesagnese «Antichi ricami e nuove Arti» ed Antonio Camassa; ecco Carmelo Conte e Francesco Dammacco; Giuseppe D’Elia e Rita Fasano; Anna Giussani e Giulio Marchioli; Mario Miccoli ed Adriana Notte; Marcello Seclì e Nadia Verrienti, interporeti del sacro ciascuno con la propria sensibilità artistica, la propria personalità, il proprio vissuto nel rapporto tra l’umano ed il trascendente. A Santa Chiara come a Palazzo Martini emerge un caleidoscopio di esperienze artistiche rilevanti, che convergono ad un unico fine: «Oltre l’Amore». Oltre l’amore, per chi crede e guarda con occhi dell’anima al trascendente, c’è solo la visione piena di Dio.

La mostra in entrambi i siti sarà aperta sino al 5 Aprile 2009 con i seguenti orari: a Brindisi dal martedì al venerdì ore 17.00-20.00. Sabato e Domenica ore 10.00-12.00. Lunedì chiuso. A Oria dal martedì al venerdì ore 10.00-13.00. Sabato e Domenica ore 17.00-20.00. Lunedì chiuso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725