Lunedì 26 Settembre 2022 | 06:23

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

42,26%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

27,92%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

8,08%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

14,93%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

43,60%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

27,36%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,91%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

14,86%

Movimento 5 Stelle

 

Cgil: «piano casa» incostituzionale. Fitto: preconcetti VOTA IL SONDAGGIO

Cgil: «piano casa» incostituzionale. Fitto: preconcetti VOTA IL SONDAGGIO

24 Marzo 2009

panoramica di Taranto 
ROMA - La Cgil considera il piano casa del Governo incostituzionale. «In tutta la politica della casa del Governo – secondo il segretario generale Guglielmo Epifani - manca totalmente il sostegno agli affitti. Io penso che il piano casa abbia profili di incostituzionalità e che si presenti a tanti abusi. Poi capisco che è molto furbo perchè piace a una parte del Paese, a chi pensa di risolvere in questo modo legittimi problemi suoi. Si può sempre - si è domandato Epifani – governare così?». 

Anche per Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera «il decreto del governo, se riconfermato nel testo della bozza, oltre che incostituzionale, è antifederalista: la previsione della sua validità senza una preventiva legge regionale è paradossale, nel giorno in cui il Parlamento lavora alla legge sul federalismo. Così come è uno schiaffo ai comuni, ridotti a semplici notai privi di qualunque possibilità di intervento ».

IL MINISTRO FITTO - Rilevare l’incostituzionalità del provvedimento «è solo una indicazione politica preconcetta ». Così il ministro per i rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, intervenendo a «Parliamo con l’Elefante», condotta da Giuliano Ferrara su Radio24, ha replicato alle critiche al piano- casa sollevate dal segretario del Pd, Dario Franceschini e da alcuni governatori. «Non si può parlare di incostituzionalità riguardo allo strumento, ovvero il decreto legge invece del disegno di legge, la si può individuare invece per il contenuto » ha spiegato Fitto, e il governo «non ha varato un testo, ha scelto invece preventivamente di inviare questo testo e chiedere un incontro alle regioni. Io penso che il metodo che il governo ha scelto è corretto. Il metodo del confronto ha dato risposte positive e va salvaguardato e portato avanti fino in fondo». 

Proprio per domani mattina, a Palazzo Chigi, è previsto l’ incontro una Conferenza straordinaria Unificata, cui partecipano le autonomie locali e il governo, per illustrare il piano per l’ edi - lizia. Alla domanda di Ferrara se il governo non ha paura di passare alla storia come chi ha deturpato il volto dell’Italia, il ministro ha risposto «assolutamente no. Il governo si è mosso su vari fronti, a partire dallo sblocco dei 550 milioni di euro per l’edilizia abitativa». «Se leggiamo nel dettaglio tutti gli aspetti indicati, vediamo che il testo è molto attento a quei rischi che vengono paventati e che non emergono in nessuna situazione. Prima di esprimere un giudizio di rischio – ha osservato Fitto – vedrei come tutti i vincoli sono ribaditi e le limitazioni rafforzate e di come siano previsti esclusivamente alcuni interventi che vengono indicati con delle procedure semplificate. Il sistema, insomma, è inquadrato in vincoli e limiti».
• SCHEDA: cosa prevede il Piano
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725