Lunedì 08 Agosto 2022 | 04:03

In Puglia e Basilicata

Bari, sequestrata la piscina del Cus

Bari, sequestrata la piscina del Cus
BARI - Militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato la piscina coperta del Cus (Centro universitario sportivo) per violazione dell’articolo 124 della normativa in materia ambientale sull'autorizzazione allo scarico delle acque.

17 Marzo 2009

BARI - Militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato la piscina coperta del Cus (Centro universitario sportivo) per violazione dell’articolo 124 della normativa in materia ambientale sull'autorizzazione allo scarico delle acque.

I finanzieri, nell’ambito di controlli per la tutela ambientale, hanno riscontrato che il Cus non possiede le autorizzazioni per lo scarico a mare dell’acqua in esubero della piscina, cioè di quell'acqua che finisce nelle grate ai bordi del rettangolo che in parte viene depurata e reimmessa in vasca, in parte veicolata a mare o nelle fogne. Acqua che, stando alla normativa, non può essere smaltita senza essere prima depurata in modo da non costituire un eventuale pericolo per l’ecosistema marino.

Dai controlli a campione di Guardia di finanza, Aqp e Asl, è emerso che il Cus era privo sia dell’autorizzazione per lo scarico a mare, sia nelle fogne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725