Sabato 24 Settembre 2022 | 22:43

In Puglia e Basilicata

Bisceglie, il sacerdote Carlo Mei «perde» la via per un cavillo

di LUCA DE CEGLIA
Se Martino perse la cappa per un punto, a Bisceglie il sacerdote Carl o Mei (prete partigiano 1912-1944) ha perso la denominazione stradale dedicata alla sua giovane memoria per un cavillo burocratico frutto di ritardi e di errori

17 Marzo 2009

via Carlo Mei a Biscegliedi LUCA DE CEGLIA 

BISCEGLIE - Se Martino perse la cappa per un punto, a Bisceglie il sacerdote Carlo Mei (prete partigiano 1912-1944) ha perso la denominazione stradale dedicata alla sua giovane memoria per un cavillo burocratico frutto di ritardi e di errori. 
Risale infatti al 13 maggio 1994 la delibera della giunta municipale con la quale si intitolava a don Mei una traversa di via Seminario. Ora quella targa toponomastica apposta quindici anni fa sarà cancellata, ovvero rimossa. La causa? Dopo tanto tempo trascorso non è seguita l’attribuzione della conseguenziale numerazione civica e, quindi, dal punto di vista della pratica anagrafica non sono state fatte le dovute variazioni. Tant'è che le undici famiglie che occupano lo stabile che si affaccia su via Mei risultano ancora all’anagrafe residenti in via Seminario n. 22. 

La richiesta di riportare tutto allo stato originario, cioè di revocare l’intitolazione via sac. Carlo Mei e di ripristinarne al suo posto il numero civico (il 22) fu presentata al Comune dall’amministratore condominiale il 12 settembre 2005. La motivazione di tale richiesta è stata fondata sulla questione che si tratta di un accesso privato di proprietà condominiale di esclusivo uso personale degli inquilini e non di una strada pubblica. Inoltre lo stesso amministratore ne ha approfittato per ricordare al Comune che tale strada privata non usufruisce di illuminazione pubblica e del servizio di manutenzione e di pulizia delle strade. L’attuale giunta municipale non ha fatto altro che prendere atto e di revocare la delibera del 1994 che dispose l’intitolazione di quella striscia viaria di sessanta metri al partigiano Mei, al quale si spera sia restituito l’onore di una targa toponomastica in una strada più degna.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725