Mercoledì 24 Luglio 2019 | 06:13

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
La manifestazione
Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

Cerignola in Sound: il contest per emergenti e il gran finale con i Gemelli Diversi

 
Secondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano. Due piste al vaglio degli inquirenti

 
Nella zona del santuario
S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

 
L'operazione
Reati contro la P.A.: nel Foggiano 3 arresti e 12 misure interdittive, imprenditori e amministratori pubblici

Brogli in gare pubbliche ad Apricena, arrestato anche sindaco leghista VD

 
Sanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
Nel Foggiano
Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

 
In via La Piccirella
Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

 
La decisione
S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

 
Tra Mattinata e Vieste
Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
"Bari, campionato complicatoI tifosi faranno la differenza"

«Bari, campionato complicato. I tifosi faranno la differenza»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Torre dell'Orso
Dieci persone intossicate in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

Dieci intossicati in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

 
GdM.TVL'evento in piazza
«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

«Buon compleanno Emiliano»: la festa tra panzerotti e pizzica a Largo Albicocca

 
FoggiaIl caso
Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

Manfredonia, pescatori in acque croate: in 4 trattenuti e rilasciati

 
TarantoNel Tarantino
Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

Avetrana, filma l'ex compagno che prepara la droga e lo fa arrestare

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

Latiano, paziente clinica psichiatrica tenta suicidio: denunciati 4 operatori

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 

i più letti

Lucera

Riapre la scuola
demolita nel 2005

Dopo una improvvisa voragine nel terreno attiguo, ci sono voluti 13 anni

Riapre la scuola demolita nel 2005

di Riccardo Zingaro

LUCERA - Dopo l’assegnazione ufficiale di un milione e mezzo di euro per la realizzazione della palestra annessa alla sede centrale di viale Raffaello, è un momento positivo anche per gli immobili facenti capo all’istituto comprensivo Bozzini-Fasani di Lucera. La scuola della zona 167 scontava carenza risalenti al settembre 2009, quando l’edificio fu inaugurato senza una palestra. Nel frattempo sta arrivando a conclusione un altro lungo percorso avviato ancora prima al quartiere Cappuccini, con la costruzione della nuova scuola sulle macerie di quella chiusa 13 anni fa per problemi di staticità. In questo caso è paradossale la realizzazione già effettuata di alcune strutture sportive esterne (ma non di una vera e propria palestra), mentre i lavori per l’edificio dovrebbero terminare nel giro di qualche settimana.

L’annuncio è dell’assessore comunale ai lavori pubblici Carmela Di Cesare che ha ipotizzato l’effettivo utilizzo della struttura già dall’inizio del prossimo anno scolastico, sebbene ci debba ancora essere la formale consegna dell’immobile e l’acquisto di attrezzature varie. Si tratta di un edificio di 1.800 metri quadri, con tre piani e un seminterrato, oltre a un auditorium al piano rialzato. La storia della scuola è ancora più travagliata, e comincia nel marzo 2005 quando una voragine apertasi nel terreno adiacente provocò prima l’evacuazione, poi la chiusura a tempo indeterminato, e infine la decisione di abbatterla e ricostruirla. In questi 13 anni ci sono stati furti, atti vandalici, un appalto affidato a un’azienda che nel 2010 si è fermata allo scavo delle fondamenta, la successiva «risoluzione contrattuale in danno» promossa dal Comune e un secondo appalto aggiudicato a marzo 2014 a una ditta di Frattamaggiore che ha vinto con un ribasso del 28% su altre 133 imprese.

Tra un passaggio e l’altro le lungaggini si sono sprecate, anche a causa dell’immancabile ricorso giudiziario sulla gara d’appalto. Eppure la copertura economica c’era fin dall’inizio, ammontante a circa un milione di euro, pur se si è corso il rischio di perdere parte dei finanziamenti ottenuti per 377 mila euro dai «piani di intervento di riqualificazione delle periferie» (che altri azioni ha già effettuato nelle immediate vicinanze). Queste risorse sono state spese per una prima sistemazione esterna dell’area. Le altre due fonti di finanziamento sono state il commissariato per l’emergenza terremoto 2002 e un mutuo acceso direttamente dal Comune. Anche questa volta, comunque si pone il problema della realizzazione di una palestra, visto che quella preesistente è stata letteralmente devastata a più riprese e ora è un rudere semplicemente da rimuovere, anche perché pericoloso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie