Domenica 25 Agosto 2019 | 21:03

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia nel Foggiano
Cade in mare da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

Cade da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

 
La band canta in via Zara
I «Kolors» oggi a Foggia per un concerto gratuito

I «Kolors» oggi a Foggia per un concerto gratuito

 
Arrestato 22 enne
Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

 
Lotta alla droga
Trinitapoli, beccati 92 pacchi di cannabis light, ma in realtà era marijuana illegale

Trinitapoli, beccati con 92 pacchi di finta-cannabis light: arrestati in 2

 
Il caso
Foggia senza un canile: cuccioli salvati da volontari

Foggia senza un canile: cuccioli salvati da volontari

 
La condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
Dai Cc
San Ferdinando, aveva una pistola con cartucce: arrestato 49enne

San Ferdinando, aveva una pistola con cartucce: arrestato 49enne

 
Aggressione verbale
Cerignola, vuole la precedenza al pronto soccorso e infierisce sul medico

Cerignola, vuole la precedenza al pronto soccorso e infierisce sul medico

 
L'inchiesta
Cerignolano ucciso a Lodi, dubbi del pm sul movente della gelosia

Cerignolano ucciso a Lodi, dubbi del pm sul movente della gelosia

 
L'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia nel Salento
Si sente male mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

Malore mentre fa pesca subacquea: muore 56enne a Casalabate

 
FoggiaTragedia nel Foggiano
Cade in mare da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

Cade da barca condotta dal marito: donna muore al largo di Foce Varano

 
BariL'appuntamento
Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

Distorsioni sonore: creatività e fantasia si incontrano ad Acquaviva

 
BatL'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
MateraIncidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
BrindisiLa furia di un 53enne
Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

 
PotenzaSanità
Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

 
TarantoSanità
Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

 

i più letti

a lucera

Preside: pronti a cambiar nome
alla scuola dedicata al re

re Vittorio Emanuele III

di FRANCESCO BARBARO

LUCERA - «La questione del cambio del nome della scuola mi fu posta già dal mio primo anno di presidenza, ora è tornata di stretta attualità e nei giorni scorsi ho avuto diverse richieste in merito sulla scorta dell’articolo pubblicato proprio dalla “Gazzetta” e del quale molto si è parlato a scuola: stiamo valutando il percorso da seguire per giungere ad un cambio di denominazione». A parlare è il preside dell’Itet “Vittorio Emanuele III”, istituto superiore di Lucera, Pasquale Trivisonne all’indomani della richiesta della presidente della comunità ebraica Noemi Di Segni di cancellare il nome di Vittorio Emanuele III da scuole e biblioteche visto che fu il re che firmo le leggi razziali durante il fascismo. L’«Itet Vittorio Emanuele III» è uno di sei istituti scolastici d’Italia, porta il nome del re che aprì nel 1922 le porte al fascismo, firmò nel 1938 le leggi razziali III e fuggì l’8 settembre del 1943 da Roma, lasciando i soldati senza una guida e senza ordini precisi.

L’istituto tecnico commerciale di viale Dante porta il nome del re «Vittorio Emanuele III» da quando fu fondato nel 1928 con un decreto regio firmato proprio dal re Vittorio Emanuele III all’epoca in carica. L’ipotesi del cambio di nome dell’Itet – che conta più di 600 studenti - sta prendendo sempre più piede e potrebbe essere portata all’attenzione del collegio d’istituto e del consiglio d’istituto già nei prossimi mesi. Ancor prima che dal ministro della Cultura Dario Franceschini, al quale si è rivolta la comunità ebraica, possano giungere eventuali disposizioni. «Noi non vogliamo entrare nel merito della questione storica e politica sollevata dalla comunità ebraica ma nel contempo crediamo» spiega il preside Trivisonne «che sia il momento di incardinare la scuola nel territorio, intitolandola a Donato Menichella che fu tra i più apprezzati governatori della Banca d’Italia e che è figura del territorio perché nato nella vicina Biccari, siamo aperti anche ad altre proposte che siano coerenti con l’indirizzo della scuola».

L’iter per un eventuale cambio di nome dell’Itet Vittorio Emanuele III è articolato e prevede diversi momenti, dovrebbe partire dagli organi collegiali della scuola che dovrebbero poi trasmettere le decisioni prese al provveditorato agli studi di Foggia che dovrebbe a sua volta informare della questione la prefettura ed il Comune.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie