Sabato 20 Ottobre 2018 | 19:21

NEWS DALLA SEZIONE

A Cerignola
Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

 
Blitz della Polizia
Foggia, catturata banda di rapinatori: colpi in negozi e gioiellerie, 5 arresti

Cerignola, catturata banda di rapinatori con la «mazzuo...

 
Sanità
Foggia, stabilizzati 105 precariall'Asl dopo più di 10 anni

Foggia, stabilizzati 105 precari all'Asl dopo più di 10...

 
A Foggia
Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà...

 
Trasporti
Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

 
L'inchiesta
Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa per la pubblica incolumità»

Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa...

 
Quadruplice omicidio nel 2017
Strage S.M. in Lamis, dopo un anno arrestato pregiudicato. Morirono i fratelli Luciani, innocenti

Strage S.M. in Lamis, un arresto. Morirono i fratelli L...

 
Etichetta obbligatoria
Il primo pomodoro made in Italy parla foggiano

Il primo pomodoro made in Italy parla foggiano

 
Nel Foggiano
Contrabbando gasolio agricolo: 2 arresti, 9 denunce e 6 distributori abusivi sequestrati

Contrabbando gasolio agricolo: 2 arresti, 9 denunce e 6...

 
A Foggia
L'ambulanza è in ritardo nei soccorsi e il medico viene aggredito dalla folla

L'ambulanza è in ritardo e la dottoressa del 118 viene ...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più visti della sezione

i più letti

Foggia

Lavoro sui treni, c'è posto
per 17 aspiranti capotreno

Corso di formazione di Confindustria, il mercato richiede anche 300 macchinisti

Lavoro sui treni,  c'è posto per 17 aspiranti capotreno

di Massimo Levantaci

FOGGIA - A Foggia si formano capotreno e tecnici per la formazione dei treni anche privatamente. L’agenzia di formazione professionale For.Fer ha dato inizio in Confindustria a un corso di 280 ore (foto) riconosciuto dall’Agenzia nazionale sicurezza ferroviaria, per un totale di quaranta giornate, che abiliterà alla professione i 17 giovani selezionati (su quaranta partecipanti al bando) attraverso una prova on-line e di «assessment di gruppo». I giovani scelti hanno conseguito il diploma di scuola media superiore con un voto non inferiore a 43/60 o 72/100, o sono in possesso di laurea triennale; conoscono almeno una lingua straniera; hanno già versato 5mila euro per partecipare alle lezioni «obbligatorie» che si tengono alla Seri, l’agenzia di formazione confindustriale in Capitanata.

A sentire gli addetti ai lavori è uno dei primi corsi di formazione non gestiti direttamente da Trenitalia inaugurati a Foggia che, lo ricordiamo, è sede per l’ex monopolista ferroviario della scuola di formazione per macchinisti e capotreno, quell’”Impianto equipaggi” a rischio chiusura (ne riferiamo a parte). Dunque una semplice coincidenza questo corso di formazione oppure il privato, fiutata l’aria, sta già pensando di colmare un vuoto? «Ho incontrato la scorsa settimana il direttore operativo Merci Italia Rail - così ha risposto alla Gazzetta l’ingegner Stefano Impastato, responsabile tecnico di For.Fer - mi ha fatto presente la necessità che imprese così grandi qual è Trenitalia possano trovarsi scoperte sulla formazione di base. Noi ci siamo. Oltretutto le previsioni dicono che il mercato richiederà non meno di 300 macchinisti da formare e abilitare sui treni. Il chè vuol dire che aumenterà il traffico e se aumentano i treni ci sarà bisogno di metterci sopra anche capitreno e tutto il personale che serve per far viaggiare i convogli. Un mercato dal nostro punto di vista in crescita».

Impastato definisce «casuale» la collaborazione con Confindustria, in virtù della collaborazione con For.Fer di Ferrovie del Gargano e di Ferrotranviaria, ovvero due tra le principali aziende ferroviarie a gestione privata in Puglia. «I progetti per l’industria 4.0, la competitività delle imprese e più in generale le politiche industriali non possono prescindere da azioni formative mirate e qualificate in grado di interpretare e contemperare, anche attraverso l’azione della nostra associazione Seri, le esigenze delle imprese con quelle di risorse umane impegnate ad accrescere il proprio bagaglio di conoscenze e competenze», commenta in una nota Vincenzo Scarcia Germano coordinatore regionale del gruppo Trasporti in Puglia di Confindustria e presidente di Ferrovie del Gargano.

I ragazzi selezionati, tutti maschi, sono «foggiani e baresi». Si erano candidate anche due donne, entrambe provenienti da fuori regione, costrette tuttavia a rinunciare al corso a causa della distanza dai luoghi di residenza. «Questo corso oltre a formare professionalmente le figure di capotreno e di mudulo Fta (unione e distacco treni: ndr) - dice Impastato - consentirà ai ragazzi di apprendere la complessità del sistema ferroviario strutturato meccanismi molto precisi che devono essere necessariamente ben oliati». Le lezioni teoriche dovranno essere completate «entro il 22 dicembre», poi inizierà la parte pratica con i tirocini nelle aziende. «Tirocini che saranno retribuiti - preannuncia il responsabile tecnico di For.Fer - e che i ragazzi dovranno svolgere direttamente presso le aziende. Confindustria - aggiunge Impastato - è molto attenta alla formazione, ai neo capotreni una volta formati dovrà essere rilasciata l’abilitazione. Sbocchi professionali immediati? Ferrovie del Gargano potrebbe assumere un gruppo di questi giovani».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400