Sabato 20 Luglio 2019 | 16:05

NEWS DALLA SEZIONE

nel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeL'allarme
La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

 
HomeIl caso
Bari, mamma 35enne muore dopo bendaggio gastrico: voleva dimagrire

Bari, mamma 35enne muore dopo bendaggio gastrico: voleva dimagrire

 
Calcio LecceGiallorossi
Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

 
Potenzaeconomia
Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
Foggianel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

costati 17 milioni

Acquedotti rurali
una risorsa per il Gargano

Interessano l’area pedegarganica dei comuni di Apricena, Rignano Garganico, San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo e sono stati realizzati dal consorzio di bonifica montana del Gargano

inaugurazione acquedotti rurali

APRICENA - «Gli acquedotti rurali del Gargano sono un modello di riferimento su come mettere in rete Comuni parimenti interessati da un’opera strategica le cui ricadute costituiscono un patrimonio condiviso dell’intero territorio». L’ha dichiarato il sottosegretario del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Umberto Del Basso De Caro, inaugurando ad Apricena l’infrastruttura idrica del consorzio di bonifica montana del Gargano, della quale il rappresentante del Governo ha evidenziato anche i celeri tempi di realizzazione ed proficuo utilizzo dei finanziamenti.

A questo riguardo il sottosegretario Del Basso de Caro ha inoltre auspicato che la collaborazione tra amministrazioni locali ed enti sovracomunali si sviluppi anche nell’utilizzo dei fondi per la prevenzione ed il contrasto al dissesto idrogeologico. Dopo il taglio del nastro e la visita all’impianto, c’è stato un dibattito aperto dal presidente del consorzio di bonifica montana del Gargano, Eligio Giovan Battista Terrenzio, che ha evidenziato «la forte valenza della cerimonia inaugurale degli acquedotti rurali nell’ambito delle iniziative per il sessantennale istitutivo dell’ente (1957-2017), ovvero la necessità di proseguire con determinazione nelle collaborazione istituzionali ai diversi livelli». Sono intervenuti, tra gli altri, il presidente della commissione politiche UE della Camera, on. Michele Bordo; l’assessore alle risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia; il sindaco di Apricena Antonio Potenza; consiglieri regionali, sindaci ed amministratori di altri comuni garganici, rappresentanti delle organizzazioni di categoria e del mondo delle professioni.

Gli acquedotti rurali del Gargano, è stato sottolineato nel corso dell’incontro, costituiscono «un tassello fondamentale per lo sviluppo del comprensorio ma anche la dimostrazione che esiste un Gargano diverso, proteso alla ricerca ed alla diffusione di positività concrete e di modelli virtuosi, rappresentanti anche dalle altre attività del consorzio di bonifica montana del Gargano, quali la messa in sicurezza del territorio, anche con tecniche di ingegneria naturalistica; la valorizzazione delle specie forestali autoctone, supportata ad un proprio vivaio riconosciuto a livello regionale; la valorizzazione della filiera del legno; l’irrigazione nelle circoscritte aree pianeggianti del comprensorio ma anche negli agrumeti costieri».

Gli acquedotti rurali del Gargano interessano l’area pedegarganica dei comuni di Apricena, Rignano Garganico, San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo e sono stati realizzati dal consorzio di bonifica montana del Gargano nell’ambito dell’accordo quadro tra ministero infrastrutture e trasporti e Regione Puglia, finanziato con fondi del Governo per circa 17 milioni di euro. L’opera - al servizio delle popolazioni e delle attività d’impresa, non solo agrozootecniche ma anche di tipo ricettivo, turistico e di trasformazione - è stata candidata ad un ulteriore estensione nell’ambito dei progetti previsti dal Patto della Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie