Mercoledì 24 Ottobre 2018 | 02:27

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità
Cerignola, muore a 38 anni in ospedale: i familiari vogliono chiarezza

Cerignola, muore a 38 anni in ospedale: i familiari vogliono chiarezza

 
Tutela ambientale
Il ministro Costa «laurea» l'Ateneo di Foggia: è il primo «plastic free»

Il ministro Costa «laurea» l'Ateneo di Foggia: è il primo «plastic free»

 
Il caso
Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della Caritas: arrestato

Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della Caritas: arrestato

 
A Foggia
Blogger e influencer raccontano il cibo: ecco la social dinner

Blogger e influencer raccontano il cibo: ecco la social dinner

 
Indaga la Polizia
Foggia, grave un ragazzo 18 anni«Pestato da buttafuori discoteca»

Foggia, grave un ragazzo 18 anni: «Pestato da buttafuori discoteca»

 
A Cerignola
Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

 
Blitz della Polizia
Foggia, catturata banda di rapinatori: colpi in negozi e gioiellerie, 5 arresti

Cerignola, catturata banda di rapinatori con la «mazzuola» Vd

 
Sanità
Foggia, stabilizzati 105 precariall'Asl dopo più di 10 anni

Foggia, stabilizzati 105 precari
all'Asl dopo più di 10 anni

 
A Foggia
Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

 
Trasporti
Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

la protesta

Taglio degli alberi a Cerignola
Giovani dem: «Tagliate il futuro»

taglio alberi

CERIGNOLA - La questione del taglio degli alberi in piazza Firenze e nella piazza coperta di Sant’Antonio continua a far discutere. «Uno scempio senza precedenti: alberi secolari, sani e robusti, abbattuti senza alcun criterio, due piazze sventrate, cancellata in pochi giorni la storia di due quartieri». Questo il commento di Adriano Ladogana, segretario cittadino dei Giovani democratici, a margine della protesta del gruppo contro quanto avvenuto ad opera dell’amministrazione comunale. Nei giorni scorsi il consigliere di maggioranza Vincenzo Erinnio aveva raccontato di un provvedimento necessario, precisando che «non si poteva evitare di tagliare gli alberi».

«Tutti ricordano gli alberi secolari abbattuti in Villa Comunale senza alcun motivo - scrive in una nota il segretario Ladogana - e nella connivenza più assoluta dell’amministrazione Metta, così come tutti ricordano il caso del “punteruolo rosso”».

Dall’assessorato all’ambiente il delegato al ramo Antonio Lionetti fa sapere che «le radici dei pini purtroppo generano delle problematiche al manto stradale. Non è il primo caso. E nello specifico nelle due piazze si rischiava che le terminazioni sotterranee degli alberi potessero addirittura rompere delle tubazioni. Per questo si è optato per il taglio, anche perché un parziale sfoltimento delle radici avrebbe di certo minato la stabilità delle piante». Parole che stridono con quanto affermato dal segretario dei Giovani democratici, per il quale «amministrazione e assessorato all’ambiente hanno pensato di procedere direttamente all’abbattimento degli alberi, nonostante le relazioni di stimati agronomi indicassero il buono stato di salute delle piante e suggerissero interventi alternativi».

Dal taglio e dal successivo dibattito è nata la protesta bianca dei dem, che hanno apposto cartelli dove c’erano fino a pochi giorni addietro i grandi alberi. «Vogliamo sensibilizzare i cittadini», il loro messaggio. [G.B.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400