Sabato 20 Luglio 2019 | 13:47

NEWS DALLA SEZIONE

nel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoDalla polizia
Taranto, la madre non gli dà soldi per la droga, lui tenta di strangolarla: arrestato

Taranto, la madre non gli dà soldi per la droga, lui tenta di strangolarla: arrestato

 
Potenzaeconomia
Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

 
Barial quartiere Libertà
Bari, gestisce negozio abusivo di borse e abbigliamento contraffatto: denunciato

Bari, gestisce negozio abusivo di borse e abbigliamento contraffatto: denunciato

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
LecceAl centro grandi ustionati
Otranto, il fornello della casa vacanze scoppia: una turista in ospedale

Otranto, il fornello della casa vacanze scoppia: una turista in ospedale

 
Foggianel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

manfredonia

In cerca di un rimorchiatore
ma l'appello non sarà raccolto

L'ultimo andò via nel 2011 perché c'erano poche navi in porto

In cerca di un rimorchiatore ma l'appello non sarà raccolto

Michele Apollonio

MANFREDONIA - Rimorchiatore portuale cercasi. L’autorità portuale di Manfredonia in regime transitorio in attesa di confluire nell’autorità di sistema portuale Adriatico meridionale con sede a Bari come stabilito dalla riforma dei porti italiani, ha emanato un avviso pubblico col quale invita «le società di rimorchio concessionarie in porti nazionali ad esprimere manifestazione di interesse al servizio di rimorchio nel porto di Manfredonia». Le prospettive che ci siano società di rimorchio interessate al bando sono scarse, non è infatti la prima volta che avvisi simili sono lanciati, tutti rimasti senza risposta.

Le ragioni dell’assenza di questo servizio portuale essenziale per assicurare la necessaria sicurezza nelle manovre delle navi in entrata o in uscita dal bacino portuale del molo industriale, sta nella mancanza di navi da assistere. Una mortificante realtà che si è andata via via aggravando dal 2011, quando si registrò la rinuncia del rimorchiatore che faceva base nel porto di Manfredonia a causa della scarsità delle navi che facevano scalo. Come del resto evidenziano le tabelle sulla movimentazione delle navi nel porto di Manfredonia in progressiva picchiata, allegate al bando e che danno la misura reale della situazione dei traffici portuali e dunque dello scarso lavoro possibile.

Alla società armatrice del rimorchiatore rimasto (prima ce n’erano due), non è più convenuto fare base nel porto di Manfredonia con la prospettiva di accumulare perdite, ed ha quindi preferito emigrare a Barletta dove i traffici non mancavano e non mancano. All’occorrenza, quando delle navi hanno dovuto attraccare al porto di Manfredonia per sbarcare merci (ma anche passeggeri) per conto delle agenzie marittime «De Girolamo» e «Galli», è stato necessario richiamare il rimorchiatore da Barletta (occorrono almeno tre ore di navigazione), con oneri suppletivi per il costo della trasferta, a carico ovviamente della nave.

Le difficoltà del porto sipontino non si fermano al rimorchiatore. Tra i problemi urgenti che attendono da decenni di essere risolti e non si comprende perché non lo si è fatto, vi è quello del dragaggio dei bacini portuali: tanto di quello del porto storico, quanto l’altro del porto industriale. A memoria d’uomo non si ricorda che il bacino del porto storico sia stato mai ripulito dopo l’ultimo conflitto mondiale. In quella occasione furono affondati due piroscafi agli ormeggi nel porto. A detta di chi quel bacino ben lo conosce, sul fondo giace di tutto: da carcasse di pescherecci, ad automobili, a tutta una serie di oggettistica come batterie, copertoni, cavi di ogni genere e naturalmente fango. Il fondo si è alzato di almeno un paio di metri. Il bacino del porto industriale è invece invaso dalla sabbia che ne hanno abbassato la quota della superficie. Una situazione niente affatto gratificante che la nuova Autority si spera dovrà affrontare con decisione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie