Sabato 14 Dicembre 2019 | 11:46

NEWS DALLA SEZIONE

nel Foggiano
Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

 
su corso garibaldi
Foggia, tentano di truffare due donne fingendo incidente: identificati in due

Foggia, tentano di truffare due donne fingendo incidente: identificati in due

 
Nel Foggiano
San Severo, sorpresi a rubare ne cimitero: ladri messi in fuga

San Severo, sorpresi a rubare nel cimitero: ladri messi in fuga

 
panico nello scalo
Foggia, minaccia passeggeri in stazione con un grosso coltello: arrestato 22enne bulgaro

Foggia, minaccia passeggeri in stazione con un grosso coltello: arrestato 22enne bulgaro

 
Vertice in Prefettura
Foggia, famiglie in container: sindaco firmerà ordinanza sgombero

Foggia, famiglie in container: sindaco firmerà ordinanza sgombero

 
nel centro storico
Foggia: offre alcol a minorenni, sospesa licenza per 3 giorni a titolare «cicchetteria»

Foggia: offre alcol a minorenni, sospesa licenza per 3 giorni a titolare «cicchetteria»

 
San Nicandro Garganico
Pestano due carabinieri nel Foggiano e fuggono: ricercati due uomini

Pestano due carabinieri nel Foggiano e fuggono: una denuncia e un ricercato

 
La sentenza
Foggia, ai bambini: «Sgozzate i miscredenti». Condannato per terrorismo un egiziano

Foggia, ai bambini: «Sgozzate i miscredenti». Condannato per terrorismo un egiziano

 
L'estorsione
Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, parla storico mister Salvemini: «Quella promozione in A un sogno, quest'anno può rivincere»

Bari, parla storico mister Salvemini: «Quella promozione in A un sogno, quest'anno può rivincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 
Foggianel Foggiano
Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

 
Baridonne
Bari, arriva l'agenzia che educa e raccoglie fondi per prevenire la violenza di genere

Bari, arriva l'agenzia che educa e raccoglie fondi per prevenire la violenza di genere

 
Leccenel Salento
Carmiano: dopo scioglimento comune, Centro Legalità vandalizzato. Giovani sui social: «Crediamo nell'onestà»

Carmiano: dopo scioglimento comune, Centro Legalità vandalizzato. Giovani sui social: «Crediamo nell'onestà»

 
Batil caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
BrindisiDomenica 15 dicembre
Brindisi città fantasma, evacuati 53mila per la bomba: tutto quello che c'è da sapere. Le strade

Brindisi città fantasma, evacuati 53mila per la bomba: tutto quello che c'è da sapere. Le strade

 
HomeMaltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, una operata, è gravissima VD/FT

 

i più letti

sentenza del gup

Investì ed uccise un uomo
«Ci fu concorso di colpa»

incidente stradale

MANFREDONIA (FOGGIA) - Investì con l’auto un uomo che camminava sul ciglio della strada, che morì sul colpo, ma non era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Inoltre nel causare l’investimento ci fu un concorso di colpa perché la vittima camminava al buio sul ciglio della strada nello stesso senso di marcia dell’autovettura che la investì e non, come dice la legge, nel senso opposto, qualora non vi siano banchine o marciapiedi. L’investitore procedeva invece a velocità superiore ai 50 chilometri orari previsti dalla legge.

E’ quanto ha stabilito il gup del tribunale di Foggia, Elena Carusillo, in relazione ad un investimento mortale verificatosi il 24 giugno 2016, lungo la strada provinciale 141, che collega Zapponeta, nell’Ofantino, a Manfredonia, in provincia di Foggia. Quella sera un automobilista di Barletta, l’imprenditore Pasquale Vurro, investì un pedone, Angelo Affinità, 47 anni, che in quell'impatto perse la vita. La sentenza, riferisce il difensore dell’automobilista, l’avvocato Michele Cianci, chiarisce che Vurro non era sotto l’effetto di stupefacenti e lo condanna a otto mesi di reclusione, pena sospesa, per omicidio colposo, con la diminuente del concorso nel reato con la vittima.

«L'unica responsabilità, in quanto accaduto, di Pasquale Vurro - spiega il legale - gli deriva dal fatto di aver superato di poco il limite di velocità di 50 km/h e si è constatato un concorso di colpa da parte della vittima che ha contravvenuto l'art.190 del codice della strada che impone l’obbligo da parte dei pedoni '...di circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli altri spazi per essi predisposti; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti, devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli in modo da causare il minimo intralcio possibile alla circolazione', dunque è stato concausa del funesto evento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie