Sabato 20 Ottobre 2018 | 03:55

NEWS DALLA SEZIONE

Blitz della Polizia
Foggia, catturata banda di rapinatori: colpi in negozi e gioiellerie, 5 arresti

Cerignola, catturata banda di rapinatori con la «mazzuo...

 
Sanità
Foggia, stabilizzati 105 precariall'Asl dopo più di 10 anni

Foggia, stabilizzati 105 precari all'Asl dopo più di 10...

 
A Foggia
Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà...

 
Trasporti
Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

 
L'inchiesta
Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa per la pubblica incolumità»

Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa...

 
Quadruplice omicidio nel 2017
Strage S.M. in Lamis, dopo un anno arrestato pregiudicato. Morirono i fratelli Luciani, innocenti

Strage S.M. in Lamis, un arresto. Morirono i fratelli L...

 
Etichetta obbligatoria
Il primo pomodoro made in Italy parla foggiano

Il primo pomodoro made in Italy parla foggiano

 
Nel Foggiano
Contrabbando gasolio agricolo: 2 arresti, 9 denunce e 6 distributori abusivi sequestrati

Contrabbando gasolio agricolo: 2 arresti, 9 denunce e 6...

 
A Foggia
L'ambulanza è in ritardo nei soccorsi e il medico viene aggredito dalla folla

L'ambulanza è in ritardo e la dottoressa del 118 viene ...

 
Il caso
Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne di Cerignola

Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne ...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

In occasione del 60° anniversario della morte

Verrà restaurato a Cerignola
il «murales» per Di Vittorio

Verrà restaurato a Cerignola  il «murales» per Di Vittorio

In occasione del 60° anniversario della morte di Giuseppe Di Vittorio (il 3 novembre 2017) l’amministrazione comunale recupererà il murales dedicato al grande sindacalista realizzato dal prof. De Conciliis. Lo fa sapere il sindaco di Cerignola, Franco Metta. Il murale, originariamente installato in piazza della Repubblica, fu sciaguratamente rimosso e, poi addirittura dimenticato, in un deposito comunale, abbandonato tra cumuli di rifiuti per anni. L’attuale Amministrazione oltre ad avviare il recupero artistico del murale, ha deciso di cambiare anche la collocazione. L’opera sarà installata nell’area pubblica di confluenza di tre importanti arterie cittadine: le vie Bologna, Rosselli e Consolare, nei pressi delle Dieci Fontane, in un’isola circolare, porta simbolica di accesso al Piano delle Fosse Granarie. È prevista anche la sistemazione della piazza e dell’intera zona circostante.

«Quale primo sostenitore del recupero del Murale sono compiaciuto ed entusiasta del lavoro preliminare svolto. Avremo ancora molti ostacoli da superare, ma confido nella tenacia di noi amministratori e nella intelligente collaborazione dei tecnici interni ed esterni. Non potremmo meglio celebrare il nostro Peppino, ripristinando a 60 anni dalla morte, il suo ricordo, affidato ad una monumentale opera d’arte», ha spiegato il sindaco Franco Metta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400