Venerdì 19 Luglio 2019 | 21:34

NEWS DALLA SEZIONE

Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 
Il video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl rione Salinella
Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

 
BariSocietà fallì nel 2011
Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

 
PotenzaL'incidente
Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

 
LecceL'evento
Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BrindisiPer un valore di 1000 euro
Da Brindisi al Coin di Lecce per rubare profumi: arrestati tre giovani

Da Brindisi al Coin di Lecce per rubare profumi: arrestati tre giovani

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

cerignola

Assalì portavalori
arrestato latitante

FOGGIA - Era considerato uno 'specialistà negli assalti ai furgoni portavalori e per i suoi ultimi due colpi - un assalto da tre milioni di euro, sulla A14 all’altezza di Bologna, e un tentato assalto a Forlì - deve scontare una pena definitiva di 17 anni e quattro mesi di carcere. Paolo Sorbo, 40enne di Cerignola (Foggia), latitante dal 29 settembre dello scorso anno, è stato arrestato ieri dagli agenti della Squadra mobile di Foggia in collaborazione con gli agenti dello Sco, Servizio centrale operativo, che hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dalla Procura generale presso la Corte d’appello di Bologna.

Sorbo è stato sorpreso all’alba in un casolare-casa cantoniera sulla statale 16 nel tratto Foggia-Cerignola, in agro di Stornara. Il casolare era provvisto di una serie di telecamere poste lungo il perimetro della costruzione, nella quale veniva ospitato da una famiglia con tre figli minori. Sorbo alloggiava in una stanza al primo piano del casolare quando la polizia lo ha sorpreso circondando la casa. La successiva perquisizione dei locali ha poi consentito di recuperare, all’interno di un magazzino attiguo al casolare, materiale generalmente utilizzato per mettere a segno le rapine ai portavalori: numerosissimi cellulari con relative schede telefoniche, radio ricetrasmittenti, 'mappè con appunti su località e tempi di percorrenza, denaro per complessivi duemila euro e vari abbattitori di frequenze, targhe di plastica e targhe straniere, tre mototroncatrici circolari, lampeggianti blu, saldatori a gas, una rete metallica a bande chiodate e materiale utile allo scasso. I fiancheggiatori dell’arrestato sono stati denunciati per favoreggiamento.

Alla cattura di Sorbo, ritenuto un elemento apicale delle bande criminali cerignolane dedite agli assalti a portavalori, si è giunti grazie ad una intensa attività di indagine avviata a seguito dei numerosi assalti a portavalori verificatisi negli ultimi tempi. Nel caso dell’assalto messo a segno nel 2015, in agro di Bologna, la banda capeggiata da Sorbo dimostrò freddezza e un’attitudine e una organizzazione para-militari: in quella occasione, infatti, venne sparata una sessantina di colpi di arma da fuoco, tra pistola e kalashnikov. Gli investigatori non escludono che Sorbo possa aver partecipato ad altre rapine messe a segno sul territorio nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie