Martedì 16 Luglio 2019 | 22:56

NEWS DALLA SEZIONE

Il video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
Maltempo
San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

Pioggia torrenziale, San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

 
Assenteismo
Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

 
Indagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
Nel campo nomadi di Foggia
Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

 
Il video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
Dopo la grandine
Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 
Dal gip
Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato per maltrattamenti

Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato

 
il salvataggio
Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

Vieste, i cani bagnino Maya e Axel salvano due ragazzi dalla furia del mare

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
TarantoMorti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
BatRifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
BrindisiUn mistero di 2000 anni fa
Brindisi, dalla Germania archeologi setacciano il mare a caccia del disco di Nebra

Brindisi, dalla Germania archeologi in mare a caccia del disco di Nebra

 
MateraL'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
BariIl caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

«Storie di Foggia» E al Giro il campione trovò lo stadio chiuso

«Storie di Foggia» E al Giro il campione trovò lo stadio chiuso
FOGGIA - Quando il Giro d’Italia trovò il traguardo sbarrato a Foggia. La più importante manifestazione ciclistica della nostra penisola, il Giro d’Italia, fece più volte tappa a Foggia, come nel lontano 1926, quando i ciclisti partirono poi per Sulmona, ripercorrendo l’antico tragitto delle greggi transumanti che, proprio in primavera, tornavano dalla pianura dauna verso i monti dell’Abruzzo, tappa vinta dal grande Alfredo Binda, che vinse ancora nella tappa a Foggia, nel 1928, nel 1929 e nel 1933.

Nel 1932, un singolare episodio caratterizzò l’arrivo a Foggia del Giro d’Italia. Quell’anno, per la prima volta, la radio seguì il Giro in tutte le sue tappe lungo la penisola Italiana, con radiocronache sulle imprese dei ciclisti. Fra i partecipanti, in quell’anno vi furono anche numerosi ciclisti stranieri, come francesi, belgi e tedeschi ed il Giro iniziò ad assumere un carattere internazionale.
Proprio uno straniero, il tedesco Hermann Buse, prima della tappa di Foggia, deteneva la maglia rosa con ben oltre dieci minuti di vantaggio sul primo dei suoi inseguitori. Ma nella non breve tappa da Lanciano a Foggia, ancora lungo il percorso delle greggi transumanti, ecco che Buse fora ben cinque volte di seguito. Sabotaggio o sfortuna?

Fatto sta che la tappa di Foggia viene poi vinta da un gregario, il bergamasco Antonio Pesenti, dopo una lunghissima fuga solitaria durata circa nove ore, che gli fa accumulare un notevole vantaggio. Proprio lo straordinario vantaggio di Pesenti, non previsto dagli organizzatori del Giro, sarà la causa di un singolare episodio. Questo bravo corridore infatti arrivò molto prima dell’orario previsto dalla tabella di marcia della tappa e, raggiunto lo stadio di Foggia, dove era stato posizionato il traguardo dell’arrivo di tappa, lo trovò con le porte ancora chiuse. Gli organizzatori rimediarono subito all’inconveniente ed il nostro Pesenti tagliò il traguardo nello stadio di Foggia quasi tutto deserto.

Al Giro del 1932 parteciparono tutti i campioni dell’epoca: Binda, Guerra ed anche il vecchio, si fa per dire (39 anni) Girardengo. Della stessa squadra del grande Binda, il bergamasco Pesenti, che a Foggia, oltre alla vittoria di tappa, conquisterà anche la maglia rosa. Antonio Pesenti riuscirà a difendere la maglia rosa fino alla fine del Giro e conquistare quell’anno il tanto agognato primato della più prestigiosa corsa ciclistica d’Italia, nonostante i numerosi tentativi di toglierli la maglia del primato messi più volte in campo dai colleghi stranieri, soprattutto dai ciclisti belgi. [Carmine de Leo]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie