Sabato 20 Luglio 2019 | 13:25

NEWS DALLA SEZIONE

nel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzaeconomia
Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

 
Tarantonel tarantino
Massafra, riduce il figlio in schiavitù, lo picchia e lo isola: arrestato 47enne

Massafra, riduce il figlio in schiavitù, lo picchia e lo isola: arrestato 47enne

 
Barial quartiere Libertà
Bari, gestisce negozio abusivo di borse e abbigliamento contraffatto: denunciato

Bari, gestisce negozio abusivo di borse e abbigliamento contraffatto: denunciato

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
LecceAl centro grandi ustionati
Otranto, il fornello della casa vacanze scoppia: una turista in ospedale

Otranto, il fornello della casa vacanze scoppia: una turista in ospedale

 
Foggianel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

Cimitero, furti a raffica E per i ladri gli... avvisi «Dio ti guarda, bastardo»

SAN SEVERO - «Non toccare i fiori, Dio ti guarda. Ladro bastardo...». Poco adatto a un luogo sacro come il cimitero, è uno dei tanti cartelli... di minaccia affissi da privati cittadini vicino alle tombe dei propri cari saccheggiati a getto continuo di fiori e non solo. Sì, perché al camposanto di San Severo prendono il volo - e non certo per raggiungere spazi celesti - portafiori, lampade e qualsiasi tipo di accessorio che possa essere riciclato al mercato nero o riutilizzato sulla lapide dell’amico o del parente di turno
Cimitero, furti a raffica E per i ladri gli... avvisi «Dio ti guarda, bastardo»
SAN SEVERO - «Non toccare i fiori, Dio ti guarda. Ladro bastardo...». Poco adatto a un luogo sacro come il cimitero, è uno dei tanti cartelli... di minaccia affissi da privati cittadini vicino alle tombe dei propri cari saccheggiati a getto continuo di fiori e non solo. Sì, perché al camposanto di San Severo prendono il volo - e non certo per raggiungere spazi celesti - portafiori, lampade e qualsiasi tipo di accessorio che possa essere riciclato al mercato nero o riutilizzato sulla lapide dell’amico o del parente di turno.

C’è chi ha il tempo e il coraggio di andare alla ricerca del mal tolto, chi invece si rassegna e si chiede se anche in quel luogo si possano commettere gesti così vergognosi e chi, registrando l’impotenza di chi gestisce l’area cimiteriale (cioè il Comune) non trova di meglio che imprecare e lanciare maledizioni - poco cristiane - ai “topi di cimitero”.

I più gettonati sono i fiori e durante la recente Commemorazione dei defunti c’è chi più volte ha fatto la spola casa-cimitero per verificare che, almeno in quei giorni, davanti alla lapide del congiunto scomparso ci fossero i fiori comprati. Anche perché tra i ladri c’è chi ha la faccia tosta di rubare il bouquet fresco fresco e di traslarlo - come in un gioco di prestigio sulla lapide del parente o amico distante solo pochi metri da quella saccheggiata. E se al ratto... proletario di chi non ha tanta intenzione di acquistare fiori, si accompagna il recupero... bouquet con tanto di maledizioni annesse.

C’è chi va oltre e si appropria di lettere in bronzo e anche di ornamenti come portafiori e lampade votive. E poiché si tratta quas sempre di articoli con produzioni industriali risulta poi difficile il recupero perché è impossibile distinguerla l’una dall’altra.

Per non parlare dei continui saccheggi che subiscono le lapidi del vecchio cimitero, con fregi, stemmi e altre applicazioni marmoree che spariscono a getto continuo per la gioia di qualche appassionato o rigattiere pronto a rivenderli.

Il problema ripropone l’annoso fenomeno della sorveglainza carente all’interno del cimitero. Non va dimenticato che l’area è sempre più estesa e, da quanto risulta, all’interno del camposanto continuano a registrarsi anche fenomeni di spaccio. Casi denunciati da tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie