Martedì 23 Luglio 2019 | 13:14

NEWS DALLA SEZIONE

Secondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

 
Nella zona del santuario
S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

S.Giovanni Rotondo, parcheggiatore abusivo in cella per tentata estorsione

 
L'operazione
Reati contro la P.A.: nel Foggiano 3 arresti e 12 misure interdittive, imprenditori e amministratori pubblici

Brogli in gare pubbliche ad Apricena, coinvolto anche sindaco leghista VD

 
Sanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
Nel Foggiano
Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

Auto in fiamme sulla A14 dopo tamponamento: una 34enne estratta viva dalle lamiere

 
In via La Piccirella
Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

Foggia, furto in casa di una professionista, ladri via con 40mila euro di gioielli e orologi

 
La decisione
S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

S.Giovanni Rotondo: Tar boccia la «tassa» sugli autobus dei pellegrini

 
Tra Mattinata e Vieste
Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

Resort senza autorizzazioni: sequestro nel Foggiano

 
Autoriciclaggio
Inchiesta Foggia calcio: indagati anche ex vicepresidente Curci e il fratello

Inchiesta Foggia calcio: indagati anche ex vicepresidente Curci e il fratello

 
Policlinico
Foggia, via Pinto chiusa dal 29 luglio: nuova mobilità per l'ospedale

Foggia, via Pinto chiusa dal 29 luglio: nuova mobilità per l'ospedale

 

Il Biancorosso

IL CALENDARIO
Bari, ecco i prossimi impegnidal Pisa alla coppa Italia

Bari, ecco i prossimi impegni: dal Pisa alla coppa Italia

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoDa venditori ambulanti
Taranto, polizia sequestra 70kg di cozze senza certificato: 2 denunce

Taranto, sequestrati 70kg di cozze senza certificato: 2 denunce

 
PotenzaIn frazione Ciccolecchia
Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

Avigliano, si stacca pala eolica: paura nel centro abitato

 
MateraLa decisione
Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

Scanzano Jonico, sindaco bandisce il 5G: «Aspettiamo studi certi»

 
FoggiaSecondo episodio
Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

Lancio di pietre contro braccianti da un'auto in corsa: 3 feriti nel Foggiano

 
BrindisiA brindisi
Dipendenti ditta appaltatrice Cerano senza stipendio da mesi: sindacati protestano

Dipendenti ditta appaltatrice Cerano senza stipendio da mesi: sindacati protestano

 
LecceRifiuti
Gallipoli, a Baia Verde spazzatura non ritirata: residenti inferociti

Gallipoli, a Baia Verde spazzatura non ritirata: residenti inferociti

 
BatL'impianto
Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

Trani, le acque reflue presto utilizzate in agricoltura

 
BariA Polignano a mare
Meraviglioso Modugno: a Polignano la serata evento con Tatangelo, Barbarossa, Giordana Angi, Alberto Urso

Meraviglioso Modugno: a Polignano serata evento con Tatangelo, Barbarossa, Angi, Urso

 

i più letti

Ecco il rinato Giordano Foggia ritrova il suo teatro

di FILIPPO SANTIGLIANO
FOGGIA - E' il grande giorno atteso dalla città. il «Teatro Giordano», dopo quasi nove anni di chiusura per un restauro lungo e complicato, e che farà parlare ancora molto, ma in altre sedi, torna alla città, a Foggia, alla Capitanata, al mondo della cultura. Viene inaugurato oggi con un concerto molto atteso, quello dell’orchestra giovanile «Cherubini» diretta dal maestro Riccardo Muti
Ecco il rinato Giordano Foggia ritrova il suo teatro
di FILIPPO SANTIGLIANO

FOGGIA - Ecco il grande giorno atteso dalla città. il «Teatro Giordano», dopo quasi nove anni di chiusura per un restauro lungo e complicato, e che farà parlare ancora molto, ma in altre sedi, torna alla città, a Foggia, alla Capitanata, al mondo della cultura. Viene inaugurato oggi con un concerto molto atteso, quello dell’orchestra giovanile «Cherubini» diretta dal maestro Riccardo Muti. Una «direzione » di grande respiro internazionale per un teatro, il Giordano, che dopo anni di chiusura forzata tenta di riprendersi un ruolo nel panorama artistico e culturale del Paese. Nove anni per restaurarlo, appena tre per realizzarlo grazie ad alcuni «possidenti» del capoluogo dauno. Il Teatro Comunale di Foggia, infatti, fu costruito fra il 1825 e il 1828, su disegno di Luigi Oberty e, come detto, con il supporto finanziario dei maggiorenti cittadini. Maggiorenti che avevano altra idea del «bene comune».

L’inaugurazione avvenne il 10 maggio 1828, con la rappresentazione de La Sposa fedele di Giovanni Pacini. Inizialmente, il Teatro fu dedicato a Ferdinando I di Borbone e denominato “Real Teatro Ferdinando”. Dopo l’unità d’Italia, fu chiamato “Teatro Dauno” e infine, nel 1928, fu dedicato a Umberto Giordano, il grande compositore nato a Foggia e autore – fra l’altro – di Fedora e di Andrea Chénier. Ad Umberto Giordano, anche per sfatare luoghi comuni senza senso, Foggia ha dedicato anche il Conservatorio di musica statale ed una piazza con un complesso monumentale realizzato dall’artista Vio. Dopo il San Carlo di Napoli, quello di Foggia era il teatro più importante del Regno, il secondo dell’Italia meridionale.

Dal punto di vista storico, dunque, siamo di fronte ad un monumento di grande importanza. La costruzione è in stile neoclassico, caratteristico dell’Oberty, che in quelli anni lasciò la sua impronta in diverse edifici di Foggia, tra cui la Villa Comunale e la Chiesa di San Francesco Saverio, in piazza XX settembre. L’esterno del teatro comunale è caratterizzato da un frontone a dentelli e da unperistilio a sei colonne. All’interno, la costruzione si presenta come un tipico teatro italiano: grande sala a ferro di cavallo, con tre ordini di palchi, il loggione e ricche decorazioni. Il restauro ha interessato anche il cosiddetto «Ridotto», ovvero la sala «Fedora», altro capolavoro dello stile neo classico italiano. Il ridotto è decorato con quattro statue di regnanti dell’epoca: Francesco I e Maria Isabella, e i successori Ferdinando I e Maria Teresa. La statua di Maria Isabella è opera di Giovanni Tacca, mentre le altre tre sono opera di Tito Angelini, scultore neoclassico napoletano. Quando i foggiani torneranno, e non solo oggi, nel loro teatro avranno modo di riflettere sul vuoto che ha rappresentato il «Giordano» e dell’importanza della cultura per la crescita civile di Foggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie