Mercoledì 17 Luglio 2019 | 12:37

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 
Il video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
Maltempo
San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

Pioggia torrenziale, San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

 
Assenteismo
Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

 
Indagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
Nel campo nomadi di Foggia
Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

 
Il video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
Dopo la grandine
Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 
Dal gip
Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato per maltrattamenti

Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatSicurezza e piano traffico
Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

 
TarantoCresce l'attesa
Manduria, tartaruga deposita 100 uova in spiaggia

Manduria, tartaruga deposita 100 uova in spiaggia

 
LecceFurbetti in Salento
Porto Cesareo, spinge l'auto a piedi per «beffare» la Ztl

Porto Cesareo, spinge l'auto a piedi per «beffare» la Ztl

 
BrindisiNel brindisino
Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 
BariDal 20 al 28 luglio
Light Festival: ad Alberobello la luce «disegna» sui trulli

Light Festival: ad Alberobello la luce «disegna» sui trulli

 
FoggiaOperazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

Fratture e ustioni a bimbi di tre anni condannato tunisino

FOGGIA - Nove anni di carcere a un 28enne. Il pm ne aveva chiesti 20. Vittime delle sevizie, i figli della cognata-amante. I piccoli presi a frustate, sotto gli occhi della loro mamma e dei due cuginetti figli dell’imputato. I bambini finiti in ospedale con fratture, ferite e ustioni. L'uomo accusato di lesioni gravissime aggravate da crudeltà e futili motivi
Fratture e ustioni a bimbi di tre anni condannato tunisino
FOGGIA - Un tunisino 28enne residente a Foggia è stato condannato a 9 anni di carcere (il pm ne aveva chiesti 20) per le sevizie a due bambini due 2 e tre anni, figli della cognata con la quale aveva una relazione sentimentale. I piccoli presi a frustate, sotto gli occhi della loro mamma e dei due cuginetti figli dell’imputato. La sentenza, emessa con rito abbreviato, è del gup del tribunale di Foggia. L'uomo accusato di lesioni gravissime aggravate da crudeltà e futili motivi ai danni dei due figli della cognata-amante, finiti anche in ospedale con fratture, ferite e ustioni. Le 6 vittime (moglie e due figli dell’imputato, cognata e rispettivi due figli) sono tutti foggiani.

I fatti risalgono ad alcuni mesi fa. La mattina dell’8 aprile i due fratellini furono ricoverati con prognosi superiori ai 40 giorni: quello di 2 anni aveva un braccio fratturato, ecchimosi su varie parti del corpo anche sui genitoli e cicatrici da ustioni sulle labbra; la sorellina di 3 anni aveva le anche fratturate a calci, ferite e ustioni in varie parti del corpo. Il poliziotto di turno al posto fisso di polizia degli ospedali riuniti nel leggere i referti allertò i colleghi dell’ufficio minori della Questura e partì l’inchiesta di pm e squadra mobile da svolgersi in tempi stretti.

Perchè? Perchè il sospettato in quei giorni era detenuto (arrestato l’8 aprile per possesso di qualche dose di hashish, fu scarcerato tre giorni dopo e subito fermato dai poliziotti per le violenze in famiglia) e bisognava muoversi con rapidità perchè l’indagato una volta libero per la vicenda-droga, avrebbe scoperto che i suoi due figli erano stati nel frattempo affidati a una casa famiglia, avrebbe capito d’essere stato denunciato ed avrebbe potuto scappare, argomentò il pm nell’ordinarne il fermo.Il racconto dell’orrore In quei tre giorni tra l’8 e l’11 aprile pm e poliziotti interrogarono moglie dell’imputato, cognata e una persona che aveva ricevuto le confidenze di quest’ultima sul clima di violenza.

La cognata dell’imputato, separatasi dal marito, a gennaio 2014 era andata a vivere con i due figlioletti a casa del presunto bruto insieme a lui, la moglie e i due figli della coppia. Dopo un periodo iniziale di buona convivenza, dice l’accusa, erano cominciate le violenze concentrate soprattutto sui due figlioletti della cognata, sevizie cui in alcune occasioni sarebbero stati costretti ad assistere anche i due figli dell’imputato. La piccola di 3 anni era stata picchiata talmente forte in una circostanza da non riuscire a camminare. Emerse che tra imputato e cognata c’era una relazione sentimentale, che l’uomo aveva preteso dalla cognata-amante che i due figlioletti dormissero con lui, e che lei acconsentì per paura d’essere picchiata: non l’aveva mai denunciato anche perchè lui non la faceva uscire di casa e la donna inoltre temeva che le sarebbero stati tolti i figli.

Anche la moglie dell’imputato disse d’aver paura del marito: se non era mai intervenuta in difesa dei nipotini, era perchè aveva timore del coniuge che l’avrebbe pestata più volte, anche per motivi banali come quanto la picchiò accusandola di non saper cucinare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie