Venerdì 19 Luglio 2019 | 05:32

NEWS DALLA SEZIONE

Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 
Il video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
Maltempo
San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

Pioggia torrenziale, San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

 
Assenteismo
Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

 
Indagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
Nel campo nomadi di Foggia
Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

 
Il video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 

Il Biancorosso

L'AMICHEVOLE
Tanti sperimenti, poche emozioniIl Bari pareggia con la Fiorentina

Tanti esperimenti, poche emozioni
Il Bari pareggia con la Fiorentina

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDopo la sentenza della Consulta
Lecce, Ordine degli avvocati, si dimettono in 6: «Pressioni calunniose»

Lecce, Ordine degli avvocati, si dimettono in 6: «Pressioni calunniose»

 
BatL'incidente
Minervino Murge, auto fuori strada: muore donna di 58 anni

Minervino Murge, auto fuori strada: muore donna di 58 anni

 
BariLa tragedia
Bari, bagno di sera a Pane e Pomodoro: muore stroncato da malore 70enne russo

Bari, 70enne russo muore dopo bagno a Pane e Pomodoro: forse un malore

 
TarantoIl caso
Manduria, anziano pestato a morte: uno dei maggiorenni va ai domiciliari

Manduria, anziano pestato a morte: uno dei maggiorenni va ai domiciliari

 
PotenzaDegrado in città
Rifiuti, scatta la tolleranza zero a Potenza: «multe salatissime»

Rifiuti, scatta la tolleranza zero a Potenza: «multe salatissime»

 
MateraNel Materano
Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

 
BrindisiNel Brindisino
Ruba 6 quintali di meloni in un'azienda, pizzicato al posto di blocco: arrestato 35enne

Ruba 6 quintali di meloni in un'azienda, pizzicato al posto di blocco: arrestato 35enne

 
FoggiaEmergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 

i più letti

Foggia, il «Ghetto» scoppia senza lavoro

di MASSIMO LEVANTACI
FOGGIA - Anche gli immigrati sono senza lavoro, le aziende agricole non chiamano più come un tempo. La cartina di tornasole è il Ghetto di Rignano che con circa 800 ospiti presenta numeri estivi, rispetto ai 200-300 di media del periodo. Non è un fenomeno circoscritto in Capitanata, le chiamate non arrivano nemmeno da altre regioni. La Fai Cisl: «Lavoro in crisi, ma sui contratti non facciamo sconti»
Foggia, il «Ghetto» scoppia senza lavoro
di Massimo Levantaci

FOGGIA - In Capitanata il lavoro scarseggia pure in agricoltura, lo testimoniano le centinaia di immigrati che stazionano al ghetto di Rignano senza far nulla. Una volta di questi tempi la bidonville che la Regione vorrebbe chiudere si spopolava, restava nei mesi invernali il solito zoccolo duro di 200-300 persone perchè gli altri trovavano lavoro in altre regioni. La crisi occupazionale si affaccia anche tra gli immigrati e si avverte in tutte le regioni, non sotanto in Capitanata: per questo oggi chi non trova un lavoro si ferma al Ghetto, il grande «centro di raccolta» della manovalanza immigrata, le cui presenze sono attualmente da stagione estiva (500-800), nonostante la stagione del pomodoro sia finita da tempo. Cosa succede? La forte meccanizzazione del lavoro in campagna ha ridotto la manodopera, il resto lo fanno le aziende con la loro politica “sparagnina” tesa a ridurre i costi, in tempi di spending review.

Il presidente di Confagricoltura, Onofrio Giuliano, ha lanciato l’allarme: niente più accordi «calati dall’alto, è l’ora di pensare a una contrattazione di territorio con i sindacati che tenga conto delle reali condizioni di mercato». Ma in vista del rinnovo del contratto provinciale dei lavoratori agricoli queste parole suonano come una dichiarazione di guerra per le sigle sindacali che invece chiedono, oggi come non mai, il rispetto dei contratti. E’ la Fai Cisl a lanciare l’altolà a Giuliano: «La prossima piattaforma sarà elaborata nell'esclusiva indicazione delle norme demandate dal contratto nazionale, senza fughe in avanti ma anche senza arretramenti», risponde a muso duro il segretario Franco Bambacigno.

Nonostante gli accordi e le prese di distanza anche da parte delle organizzazioni agricole, il sommerso in agricoltura ha conosciuto cifre iperboliche anche quando non c’era la crisi economica. Figuriamoci ora di fronte a certi ultimatum. «Ho l’impressione – rileva il sindacalista – che si continui a menare il can per l'aia, non si vuol vedere in faccia la realtà. A volte bisogna lavorare tre giornate per vedersene registrare una, non è dunque una questione di contratti ma di applicazione delle norme che tutelano i diritti e i doveri dei lavoratori».

L’idea di una contrattazione di territorio deriva dalla necessità di «trattenere il lavoro immigrato in Capitanata», almeno quello già formato e specializzato. Giuliano denuncia la difficoltà da parte delle imprese a «rinnovare i contratti a quei lavoratori già inquadrati nelle aziende perché sono cambiate le condizioni di contesto». «La fuga di questi lavoratori ci sarà senz’altro e anzi verrà incrementata – gli fa eco il segretario Fai Cisl – non perché le imprese siano nell’impossibilità di sottoscrivere i contratti secondo gli schemi finora applicati (calcolo dell’inflazione, minimi tabellari: ndr), ma perché saranno i lavoratori ad andar via, attratti da condizioni di lavoro migliori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie