Mercoledì 17 Luglio 2019 | 12:17

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 
Il video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
Maltempo
San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

Pioggia torrenziale, San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

 
Assenteismo
Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

Foggia, la giudice «furbetta del cartellino» condannata dalla Corte dei conti

 
Indagano i cc
Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

Foggia, migranti presi a sassate mentre vanno a lavorare nei campi: 2 feriti

 
Nel campo nomadi di Foggia
Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

Facevano prostituire minorenni: Procura Bari chiede rinvio a giudizio per 4 rumeni

 
Il video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
Dopo la grandine
Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

Maltempo: regione avvia procedura per stato di calamità nel Gargano

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 
Dal gip
Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato per maltrattamenti

Foggia, costringeva la moglie a vivere con le tapparelle abbassate: 44enne allontanato

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatSicurezza e piano traffico
Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

 
TarantoCresce l'attesa
Manduria, tartaruga deposita 100 uova in spiaggia

Manduria, tartaruga deposita 100 uova in spiaggia

 
LecceFurbetti in Salento
Porto Cesareo, spinge l'auto a piedi per «beffare» la Ztl

Porto Cesareo, spinge l'auto a piedi per «beffare» la Ztl

 
BrindisiNel brindisino
Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 
BariDal 20 al 28 luglio
Light Festival: ad Alberobello la luce «disegna» sui trulli

Light Festival: ad Alberobello la luce «disegna» sui trulli

 
FoggiaOperazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

L'aereo va via. Addio al Foggia-Milano?

di MASSIMO LEVANTACI
FOGGIA - Il Fokker 50 della compagnia Air Vallée che sostava da dieci giorni al Gino Lisa è mestamente ripartito. Il volo Foggia-Milano Malpensa, rinviato a data da destinarsi, a questo punto torna seriamente in discussione come il progetto Blue Wings. Dalla società londinese nessuna comunicazione, domani scadono i sette giorni che la società si era data per risolvere in aeroporto alcune problematiche tecniche
L'aereo va via. Addio al Foggia-Milano?
di MASSIMO LEVANTACI

La farsa del Fokker 50 fatto atterrare sulla pista del Gino Lisa e tenuto in parcheggio per dieci giorni, si è sgonfiata come un palloncino bucato. L’aereo della compagnia Air Vallée è stato fatto ripartire quasi alla chetichella e questo forse vorrà dire che dei nuovi voli dal Gino Lisa (previsti inizialmente per il 27 ottobre) prederemo ogni traccia. Supposizioni, naturalmente, perchè dalla Blue Wings nessuno si è fatto vivo e tutto viene formalmente rimandato alla scadenza dei «sette giorni» (domani, lunedì) che la società londinese aveva con sussiego preteso da Aeroporti di Puglia per risolvere tutte quelle problematiche tecniche sorte in aeroporto che impedirebbero la partenza dei voli.

In realtà nessun sopralluogo c’è più stato al Gino Lisa, ma solo uno scambio di vedute fra Blue Wings e Aeroporti di Puglia all’inizio della scorsa settimana che non ha prodotto alcun risultato. Anche Aeroporti di Puglia sembra aver perso ogni speranza sulla serietà delle intenzioni della società italo-londinese che, lo ricordiamo, era stata presentata dalla Regione nell’ormai celebre conferenza del 12 settembre scorso come una proposta «in grado di rilanciare le sorti del Gino Lisa». Il presidente Vendola aveva detto anche, cercando di tranquillizzare i molti scettici, che questa operazione non sarebbe stata una «furbata», lasciando intendere che la Regione non si sarebbe mai affidata a un’iniziativa dall’incerto futuro solo per mitigare la sua immagine sul Gino Lisa agli occhi dei foggiani. In realtà questo ennesimo bluff può diventare un boomerang per la Regione, se non altro per la faciloneria e il pressapochismo con cui il governo regionale ha deciso di patrocinare una proposta di volo che non sta in piedi e non ci voleva la palla di vetro per capirlo.

Va detto che la partita di poker giocata da Valerio Zifaro era stata quasi subito «sgamata» da Aeroporti di Puglia, il giorno stesso (23 ottobre) della diffusione del comunicato con cui la Blue Wings annunciava il rinvio dei voli a causa dei nuovi orari di apertura e di chiusura dello scalo. Aeroporti di Puglia, d’intesa con Enac, aveva assicurato la società londinese che il Gino Lisa avrebbe aperto due ore e mezza prima (ore 6) per consentire la partenza del Foggia-Milano alle 7; e, quanto agli orari ridotti della torre di controllo, sono stati prolungati dalle attuali 8 ore a 12 nei giorni di lunedì e venerdì cioè quando è schedulato il Foggia-Milano Malpensa.

A questo punto vien da pensare che la Blue Wings abbia accolto come una manna dal cielo il nuovo orario Enac per razionalizzare i costi degli scali minori, entrato in vigore proprio il 27 ottobre, per attribuire ad altri fattori il prevedibile fallimento dell’operazione. E prima dell’Enac ci aveva pensato il piano Lupi (peraltro non ancora esecutivo) che declassa il Gino Lisa a scalo regionale, a far dire a Zifaro che non c’erano più le condizioni per svolgere un’attività di volo nello scalo foggiano ben prima di andare a un chiarimento con il gestore come poi Adp ed Enac hanno autonomamente fatto.

E comunque questa vicenda della blue Wings sembra destinata a diventare il più grande rebus nella storia dell’incompiuto Gino Lisa, se non altro perchè non può essere assimilata ai tanti fallimenti precedenti (Itali Airlines, Club Air, Avicom, MyAir-Darwin) in cui c’erano finanziamenti a far gola. Cos’è, allora, questa Blue Wings che sognava per il Gino Lisa un futuro fondato sui voli di linea e sui charter con i Balcani? I foggiani hanno diritto di saperlo e se non sarà la società a chiarire le ragioni di questa «comparsata», dovrà farlo la Regione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie