Sabato 20 Luglio 2019 | 13:20

NEWS DALLA SEZIONE

nel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Operazione Rodolfo
Mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan foggiani

Foggia, mafia e estorsione a imprenditori agricoli: in carcere 3 esponenti clan

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzaeconomia
Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

 
Tarantonel tarantino
Massafra, riduce il figlio in schiavitù, lo picchia e lo isola: arrestato 47enne

Massafra, riduce il figlio in schiavitù, lo picchia e lo isola: arrestato 47enne

 
Barial quartiere Libertà
Bari, gestisce negozio abusivo di borse e abbigliamento contraffatto: denunciato

Bari, gestisce negozio abusivo di borse e abbigliamento contraffatto: denunciato

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
LecceAl centro grandi ustionati
Otranto, il fornello della casa vacanze scoppia: una turista in ospedale

Otranto, il fornello della casa vacanze scoppia: una turista in ospedale

 
Foggianel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

Turismo, la Puglia piace e cresce il polo del lusso

BARI - Bene il mercato straniero, male quello italiano. Sono queste le sensazioni degli operatori, confermate dai primi dati, seppure provvisori, riguardo all’andamento del turismo in Puglia. Per le località del Salento e del Gargano i dati di Assohotel-Confesercenti registrano numeri «sempre di grande interesse però con più difficoltà». In tutta la zona del Sud Barese, allargata alla Valle d’Itria, c'è una tenuta
Turismo, la Puglia piace e cresce il polo del lusso
BARI - Bene il mercato straniero, male quello italiano. Sono queste le sensazioni degli operatori, confermate dai primi dati, seppure provvisori, riguardo all’andamento del turismo in Puglia.È stata una partenza molto condizionata dal maltempo, in particolare in occasione dei «ponti» di primavera e a Pasqua, ma anche quando l’estate è arrivata ufficialmente, pioggia e nuvole hanno spesso rovinato i programmi dei vacanzieri.

«Comunque in tutta la zona del Sud Barese e di quella che possiamo definire, allargandola al massimo, la Valle d’Itria, stiamo riscontrando una tenuta e anche un leggero aumento in alcuni punti, se pur minimo», spiega Francesco De Carlo, presidente regionale e per la provincia di Bari di Assohotel-Confesercenti, associazione che riunisce circa 480 strutture.

«Per esempio - sottolinea De Carlo - abbiamo dei dati del polo del lusso che parlano di un aumento intorno al 6%, invece per le altre tipologie medie si registra un aumento del 2-3%. La fascia che sta soffrendo è quella un po’ più bassa, per la quale i turisti vogliono pagare ancora meno degli altri anni o non hanno proprio la possibilità di muoversi».

Insomma il territorio «sta mostrando una varietà notevole in un periodo così difficile. Per le località del Salento e del Gargano i dati di Assohotel-Confesercenti registrano numeri «sempre di grande interesse però con più difficoltà».

Probabilmente quest’anno, oltre alla crisi, ci si è messo anche il fattore maltempo. «Il Salento e il Gargano - continua De Carlo - offrono ancora il mare come prodotto prevalente. Gli italiani si muovono meno, hanno un budget più ridotto e comunque preferiscono decidere all’ultimo momento, quindi il maltempo può creare qualche problema in più a quelle località. Mai come quest’anno, secondo me, eravamo pronti, le spiagge erano state pulite, ma il tempo non ci ha aiutati. Le località di mare - spiega - hanno sofferto di più: gli stranieri che avevano già prenotato non hanno cambiato destinazione ma gli italiani che potevano decidere hanno valutato diversamente, non sono partiti o hanno rimandato».

In ogni caso sono confortanti i dati degli arrivi degli stranieri (confermati anche dal grande interesse per la Puglia di riviste internazionali di settore e non) che però non compensano le difficoltà del mercato italiano, frenato certamente dalla crisi. De Carlo manifesta un certo scetticismo per i dati forniti dalla Regione Puglia a fine maggio che si riferivano ai primi mesi dell’anno.

«Ognuno - dice - li può piegare e interpretare come vuole. Certamente c'è un dato che nessuno può contestare: quest’anno, in generale in Italia ma in Puglia in particolare, il mercato estero sta aumentando in modo interessante e certamente, se avremo una crescita, sarà legata soprattutto, direi quasi esclusivamente, all’arrivo degli stranieri».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie